Attualità

Bonus asilo nido 2022, incentivi fino a 3.000 euro: i requisiti

Bonus asilo nido 2022: incentivi fino a 3.000 euro da richiedere autonomamente o tramite patronato. Di seguito tutte le info su importi e scadenze.

Bonus asilo nido 2022: è online il servizio per presentare domanda tramite il portale Inps per ottenere un rimborso fino a 3.000 euro. Di seguito tutte le info utili.

Bonus asilo nido 2022: date da ricordare

L’istanza per richiedere il bonus potrà essere presentata entro il 31 dicembre 2022 autonomamente tramite portale oppure rivolgendosi ad un patronato. Invece, per le fatture c’è tempo fino ad aprile 2023. Possono richiedere il contributo per le spese dell’asilo nido o per il supporto presso la propria abitazione, in caso di gravi patologie, i genitori di figlie e figli nati, adottati o affidati fino a 3 anni.

Il bonus asilo nido è un incentivo che rimane valido anche con l’introduzione dell’assegno unico poiché le due misure sono cumulabili. Il servizio online per la domanda è disponibile sul portale Inps e accessibile con SPID, Identità digitale; CIE, Carta d’Identità Elettronica; CNS, Carta Nazionale dei Servizi.

Gli importi

Chi ha già presentato domanda può modificare i propri dati entrando nel portale. L’importo massimo erogabile al genitore richiedente, a decorrere dal 2020, è determinato in base all’ ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.

Di seguito, gli importi massimi concedibili e la relativa parametrazione mensile:

  • ISEE minorenni fino a 25.000 euro = budget annuo 3.000 euro (importo massimo mensile erogabile 272,72 euro per 11 mensilità).
    Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (272,72 euro), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di 272,70 euro, per non superare il tetto annuo di 3.000 euro per minore.
  • ISEE minorenni da 25.001 euro fino a 40.000 euro = budget annuo 2.500 euro (importo massimo mensile erogabile 227,27 per 11 mensilità)
    Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (227,27 euro), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di 227,20 euro, per non superare il tetto annuo di 2.500 euro per minore.
  • ISEE minorenni da 40.001 euro = budget annuo 1.500 euro (importo massimo mensile erogabile 136,37 per 11 mensilità).

Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (136,37 euro), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di 136,30 euro, per non superare il tetto annuo di 1.500 euro per minore.
In assenza dell’indicatore valido o qualora il bonus sia richiesto dal genitore che non fa parte del nucleo familiare del minorenne, verrà conteggiata la rata spettante in misura non superiore a 1.500 euro annui (136,37 euro mensili), fermo restando che, qualora dovesse essere successivamente presentato un ISEE minorenni valido, a partire da tale data, verrà corrisposto l’importo maggiorato fino a un massimo di 3.000 euro annui, sussistendone i requisiti.

 Bonus bollette: a chi spetta e come funziona