Attualità

Bollo auto Sicilia: novità 2021, quando pagare ed esenzioni

Bollo auto Sicilia
Bollo auto Sicilia: tutte le novità del 2021, quando pagare la tassa automobilistica , come calcolarla e quali categorie sono esenti dal pagamento.

Per ogni veicolo iscritto al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) i proprietari devono versare un’imposta annuale, che nella maggior parte dei casi (fatte poche eccezioni) è di competenza regionale. Il 2020 ha portato per diverse vetture l’esenzione totale dell’imposta, ma così non è, al momento, per quest’anno. Ecco i dettagli sul bollo auto Sicilia tra: novità del 2021, pagamenti e categorie esenti dall’imposta.

Bollo auto Sicilia: quando pagare

Di norma, il pagamento del bollo auto va inviato entro il mese successivo a quello della scadenza. Per cui, se il bollo dell’anno scorso scadeva il 22 dicembre 2020, bisognerà pagare entro il 22 gennaio 2021. E così via. In caso di prima immatricolazione, invece, il primo versamento deve arrivare entro la fine del mese di immatricolazione del veicolo o entro la fine del mese successivo, nel caso in cui la data d’immatricolazione ricada negli ultimi dieci giorni del mese.

Sul sito Aci è disponibile un sistema pratico e veloce per calcolare l’importo del bollo auto che fornisce la cifra esatta del pagamento da inviare, a seconda della regione di riferimento. Per calcolare la cifra basta indicare la tipologia del veicolo interessato, selezionare il tipo di pagamento ed inserire il numero di targa. In pochi secondi sarà visualizzato il risultato nella tabella che riporta i dettagli del veicolo, scadenza per il pagamento e l’importo del bollo.

 Bollo auto nel 2021, proroghe ed esenzioni: le ultime novità

Bollo auto 2021: le novità previste

Poche, ma significative, le novità previste per il pagamento del bollo auto quest’anno. Alcune innovazioni si rifanno già all’anno scorso, quali:

  • Pagamento bollo tramite PagoPa.
  • Incrocio banche dati ACI e PRA.
  • Documento unico di circolazione in formato digitale.

Tuttavia, è importante ricordare che il bollo auto rientra tra i pagamenti autorizzati per il Cashback. Il versamento del bollo presso una tabaccheria o in qualsiasi punto vendita autorizzato che permetta di pagare con bancomat, carta di credito o un’app, rientra tra le transazioni che danno diritto al rimborso del 10% riconosciuto dallo Stato (per ogni transazione l’importo massimo del cashback è pari a 15 euro).

 Cashback 2021: cosa cambia e quando arriva quello di Natale

Bollo auto Sicilia: le esenzioni

Allo stato attuale, gli unici veicoli esenti dal pagamento del bollo auto Sicilia sono quelli più ecologici e alcuni mezzi speciali. In particolare, la legge riconosce un’esenzione della durata di tre anni per i veicoli ibridi plug-in immatricolati dal 2019 al 2021. Ulteriori esenzioni sono previste per i veicoli destinati  al trasporto di persone bisognose di cure mediche o chirurgiche (un esempio su tutti: le ambulanze). Anche i veicoli di proprietà di persone con disabilità o dei familiari che li hanno a carico sono esenti dal pagamento del bollo auto, nel caso rispettino le seguenti condizioni:

  • Veicoli di cilindrata fino a 2.000 c.c. se con motore a benzina o ibrido.
  • Fino a 2.800 c.c. se con motore diesel o ibrido.
  • Potenza non superiore a 150 KW se con motore elettrico

Non devono pagare l’imposta, infine, le auto storiche (con più di 30 anni). Inoltre, le vetture a gpl e metano ricevono uno sconto del 75% sul pagamento della tassa.

Al momento non ci sono altre esenzioni. Tuttavia, l’anno scorso il pagamento del bollo auto Sicilia è stato sospeso dalla Regione Siciliana per i nuclei con reddito non superiore ai 15mila euro, previa richiesta degli interessati e fino a esaurimento fondi. Dato il perdurare della situazione sanitaria, non si esclude che la Regione si esprima di nuovo in merito già nelle prossime settimane, con un’ulteriore esenzione.

 


 Bonus auto 2021 fino a 10mila euro: i modelli da acquistare