Cronaca

Morta la piccola Elena, la madre fa ritrovare corpo: le dichiarazioni della Procura

Elena Del Pozzo
A seguito di un lungo interrogatorio, la madre della piccola Elena ha indicato il luogo dove cercare il corpo della bambina. Secondo la Procura di Catania, già la prima ricostruzione della donna sarebbe infatti stata "poco credibile".

Dopo le attente indagini partite già da ieri pomeriggio, oggi è stato trovato il corpo senza vita di Elena, la bimba di 5 anni di cui era stata denunciata la scomparsa ieri a Piano di Tremestieri Etneo.

Nelle scorse ore la madre aveva denunciato il sequestro della piccola, ad opera di tre soggetti incappucciati. Eppure oggi sarebbe stata proprio lei ad indicare il luogo dove cercare il corpo di Elena, a farlo ritrovare. La donna è uscita recentemente dalla sua casa di Mascalucia, con la propria auto, accompagnata dai carabinieri.

Le dichiarazioni della Procura

Secondo la Procura di Catania, la denuncia della madre sarebbe apparsa “poco credibile nella ricostruzione fornita“. Alcune anomalie, infatti, sarebbero emerse subito agli occhi degli investigatori: per esempio nessun testimone, oltre la donna, dell’episodio di “rapimento”.

Inoltre, la donna non avrebbe subito chiamato il 112 per chiedere aiuto sul posto, ma sarebbe prima andata a casa e solo in seguito, con i familiari, si sarebbe recata dai carabinieri per presentare la denuncia. Grazie a questi “campanelli d’allarme” i carabinieri e la Procura hanno fatto pressioni sulla donna che ha rivelato dove trovare il corpo della figlia.

Il Procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, ha spiegato che nell’interrogatorio della notte scorsa “la madre era stata lungamente sentita” e durante un “lungo interrogatorio le erano state contestate varie incongruenze“.

“Stamattina ha fatto ritrovare il cadavere –  ha dichiarato il Procuratore- e adesso stiamo raccogliendo le sue dichiarazioni, presumibilmente confessorie“.