Lavoro, stage ed opportunità

Concorso MIUR, si ricercano 304 funzionari: riapertura bando

Concorso MIUR: riaperto bando per l'assunzione di 304 figure presso il Ministero dell'Istruzione. La selezione è rivolta ai laureati da inserire a tempo indeterminato.

Concorso MIUR: riaperto bando per l’assunzione di 304 funzionari a tempo indeterminato. La selezione è aperta esclusivamente ai laureati. Il nuovo termine di presentazione delle domande è fissato al 5 maggio 2022. 

Concorso MIUR 304 funzionari

Il concorso del MIUR per il reclutamento di complessivi 304 funzionari prevede la suddivisione tra i seguenti profili:

  • n. 255 posti per funzionari amministrativo-giuridico-contabili (codice concorso 01);
  • n. 7 posti per funzionari socio-organizzativo-gestionali (codice concorso 02);
  • n. 7 posti per funzionari per la comunicazione e per l’informazione (codice concorso 03);
  • n. 35 posti per funzionari informatico-statistici (codice concorso 04).

Si segnala che il numero dei posti di cui sopra può essere incrementato nei limiti di 648 unità, a valere sulle risorse finanziarie disponibili.

Sedi di lavoro

Le sedi di lavoro sono suddivise tra l’amministrazione centrale, ossia la sede di Roma del Ministero e le sedi regionali presenti in: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto. La suddivisione dei posti in base ai profili professionali è indicata nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

Requisiti generali

I candidati al concorso per 304 funzionari MIUR dovranno possedere i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o cittadinanza extra europea, nel caso in cui ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire;
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero non essere stati licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale;
  • assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

     Concorso STEM, si parte il 3 maggio: il calendario delle prove scritte