Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Polizia di Stato: bando per 1.500 vice-ispettori

Concorso Polizia di Stato 2022
Nuovo Concorso Polizia di Stato, si cercano 1.550 vice-ispettori, di seguito ecco tutte le informazioni sulle prove e sul bando.

Nuovo concorso Polizia di Stato, per reclutare nuovi vice-ispettori. Il Ministero dell’Interno ha indetto una selezione pubblica per assumere 1.500 nuovi vice-ispettori, il concorso è rivolto a candidati diplomati. Si può presentare domanda fino al 21 aprile 2022, di seguito ecco tutte le informazioni sul bando, e come partecipare.

Concorso Polizia di Stato: i posti a concorso

Dei 1.550 posti messi a concorso, 250 sono riservati agli appartenenti al ruolo dei sovrintendenti in possesso del prescritto titolo di studio altri 250 sono invece riservati agli appartenenti della Polizia di Stato che hanno almeno tre anni di anzianità e sono in possesso di tutti i requisiti descritti nel bando.

Inoltre ci sono diverse riserve:

  • n. 5 posti a coloro che sono in possesso dell’attestato di bilinguismo;
  • n. 75 posti al coniuge e ai figli superstiti, oppure ai parenti in linea collaterale di secondo grado, se unici superstiti, del personale delle Forze armate o delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio, in possesso dei prescritti requisiti;
  • n. 30 posti agli ufficiali che hanno terminato senza demerito la ferma biennale;
  • n. 15 posti per coloro che hanno conseguito il diploma di maturità presso il centro studi di Fermo.

Requisiti per partecipare al bando

Per partecipare al concorso polizia di stato è necessario avere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • possesso delle qualità di condotta di cui all’art. 26 della legge 1° febbraio 1989, n. 53;
  • non aver compiuto il ventottesimo anno di età. Quest’ultimo limite è elevato, fino a un massimo di tre anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai concorrenti. Si prescinde dal limite d’età per il personale appartenente alla Polizia di Stato con almeno tre anni di anzianità di effettivo servizio alla data del presente bando. Per gli appartenenti ai ruoli dell’amministrazione civile dell’interno il limite d’età, per la partecipazione al concorso, è di trentatré anni;
  • essere in possesso dell’idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio di polizia;
  • diploma di istruzione secondaria superiore che consente l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario;
  • non essere stati espulsi o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o nelle Forze di polizia, o destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare;
  • assenza di condanna anche non definitiva per delitti non colposi, o che sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi per i quali sono sottoposti a misura cautelare personale o lo sono stati senza successivo annullamento della misura, o  assoluzione o proscioglimento o archiviazione anche con provvedimenti non definitivi.
  • non essere soggetti di sospensione cautelarmente dal servizio.

Come avvengono le selezioni?

Le selezioni avverranno tramite il superamento di sei prove d’esame:

  • eventuale prova preselettiva se il numero di domande è superiore a 5.000;
  • accertamento dell’efficienza fisica;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamento attitudinale;
  • prova scritta;
  • prova orale.

L’amministrazione procederà in relazione al numero di candidature presenti, agli accertamenti delle prove fisiche, psico-fisiche e attitudinali sia dopo la prova scritta e la prova orale, il non superamento di una delle due prove comporta la completa esclusione dal concorso.

 Concorso Carabinieri, bando per Tenenti: i requisiti