Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Polizia di Stato per 1.381 Allievi Agenti: i requisiti

Concorso Polizia di stato- Bando polizia di stato- opportunità lavorative
Concorso Polizia di Stato per 1381 allievi. Di seguito tutte le info utili su come presentare domanda e i requisiti richiesti.

Nuovo concorso Polizia di Stato, indetto dal Ministero dell’Interno e dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Il concorso punta a coprire 1381 posti, ed è riservato a tutti i volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale, la selezione pubblica è rivolta presso i giovani candidati diplomati. Gli interessati al concorso, dovranno presentare la domanda di ammissione entro e non oltre il 20 giugno 2022. Ecco di seguito tutte le informazioni e i requisiti per accedere al bando.

Concorso Polizia di Stato per allievi agenti

Il concorso è rivolto a 1381 candidati, che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale;
  • volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocati in congedo al termine della ferma annuale;
  • volontari in ferma quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

Si ricorda che il concorso è rivolto ai militari e non ai civili.

I requisiti richiesti

Ai candidati al concorso Polizia di Stato sono richiesti i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • aver compiuto 18 anni e non aver compiuto 26 anni. Quest’ultimo limite è elevato, fino ad un massimo di 3 anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati;
  • diploma di scuola secondaria di secondo grado o equipollente, fatta salva la possibilità di conseguirlo entro la data di svolgimento della prova d’esame scritta;
  • possesso delle qualità di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo n. 165 del 2001;
  • per i volontari delle Forze armate che risultavano in servizio o in congedo alla data del 31 dicembre 2020, diploma di scuola secondaria di primo grado o equipollente, fatto salvo quanto diversamente previsto dall’articolo 2, comma 2 del bando;
  • efficienza fisica e idoneità fisica, psichica e attitudinale all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica;
  • non sono ammessi coloro che sono stati, per motivi diversi dall’inidoneità psico-fisica, espulsi o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o nelle Forze di polizia, o destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare;
  • non sono ammessi coloro che hanno riportato condanna anche non definitiva per delitti non colposi, o che sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi per i quali sono sottoposti a misura cautelare personale, o lo sono stati senza successivo annullamento della misura, ovvero assoluzione o proscioglimento o archiviazione anche con provvedimenti non definitivi.

Si ricorda inoltre che tra i posti messi a concorso, 14 sono riservati ai concorrenti che sono in possesso di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) che è riferito ad un livello non inferiore al diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado. Inoltre, se tali posti rimarranno scoperti per mancanza di persone aventi il diritto, verranno destinati ai candidati idonei.

Come avviene la selezione

La selezione per il concorso Polizia di Stato per allievi agenti, avverrà seguendo le varie fasi:

  • prova d’esame scritta;
  • prova di efficienza fisica;
  • accertamenti dell’idoneità psico-fisica;
  • accertamenti dell’idoneità attitudinale;
  • valutazione dei titoli.

La prova d’esame scritta sarà un questionario con domande a risposta multipla su i seguenti argomenti:

  • argomenti di cultura generale;
  • sulle materie previste dai vigenti programmi della scuola media dell’obbligo;
  • conoscenza della lingua inglese,
  • conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Per superare la prova è necessaria una valutazione minima di 6/10, inoltre si segnala che il non superamento della prova scritta, o della prova fisica, o dei vari accertamenti provoca l’esclusione immediata dal concorso.

Quali sono i titoli valutabili

Saranno inoltre valutati i seguenti titoli:

  • valutazione del periodo di servizio svolto in qualità di volontario in ferma prefissata di un anno;
  • missioni in teatro operativo fuori area;
  • valutazione relativa all’ultima documentazione caratteristica;
  • riconoscimenti, ricompense e benemerenze;
  • titoli di studio;
  • conoscenza accertata secondo standard NATO di una o più lingue straniere, oppure possesso di certificati o attestati che dimostrino una profonda conoscenza delle lingue straniere;
  • esito dei corsi di istruzione, specializzazione o abilitazione frequentati;
  • numero e tipo delle specializzazioni/abilitazioni conseguite;
  • eventuali altri attestati e brevetti.

Domanda e ammissione, cosa sapere?

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in via telematica utilizzando il sistema pubblico di identità digitale, ovvero lo SPID oppure tramite la CIE, ovvero la carta d’identità elettronica che viene rilasciata dal comune di residenza. Le domande devono essere presentate  entro il 20 giugno. Inoltre  i candidati devono essere in possesso della PEC.

Le date da ricordare

Si ricorda inoltre che il calendario con sede e data della prova scritta sarà comunicato il 1 luglio 2022 sulla gazzetta Ufficiale, successivamente i candidati risultati idonei alla prova scritta verranno convocati per le prove fisiche entro il 5 agosto 2022.

 Concorso VFP4 Forze Armate, bando per 2275 posti: i dettagli