Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Centri per l’impiego Sicilia, 1024 posti per laureati e diplomati: le info

concorsi sicilia per l'impiego
Concorso centri per l'impiego Sicilia: in arrivo il bando. Ecco di seguito i profili richiesti, i requisiti, la retribuzione prevista ed altre informazioni.

Concorso Centri per l’impiego in Sicilia in arrivo: ad annunciarlo è l’Assessore al personale della Regione Sicilia, Antonio Scavone. Il bando di concorso sarà volto alla copertura di 1024 posti, sia per diplomati che per laureati. Gli assunti, come già anticipato, verranno inseriti nei Centri per l’impiego.

Più nel dettaglio, 537 posti sono relativi alla fascia alta (cat. D) per laureati e 487 alla fascia media (cat. C) per diplomati.

Ecco i profili ricercati e come funzionerà il concorso.


Il Comune di Catania cerca personale: le figure da assumere

Concorso Polizia Penitenziaria: nuovo bando per 411 allievi vice ispettori


Concorso centri per l’impiego: i profili richiesti

Il concorso centri per l’impiego sarà aperto sia a diplomati che a laureati e si assumeranno profili diversi, appartenenti alla Categoria C e D della Pubblica Amministrazione.

Nello specifico, con riferimento alla categoria D, cui potranno accedere solo i laureati, si ricercheranno:

  • 119 specialisti amministrativi contabili;
  • 344 specialisti del mercato e dei servizi del lavoro;
  • 37 specialisti informatici e statistici;
  • 37 analisti del mercato del lavoro.

Con riferimento alla categoria C, cui potranno accedere anche i diplomati, invece, si selezioneranno:

  • 176 istruttori amministrativi contabili;
  • 311 istruttori operatori del mercato del lavoro.

Bando e prove d’esame

La pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale è attesa per la fine dell’anno e, più in particolare, per mercoledì 29 dicembre.

Per quanto riguarda le prove d’esame, si esplicita che queste saranno diverse per i diplomati e per i laureati.

In particolare, con chi è in possesso della laurea, si procederà prima ad una valutazione dei titoli e solo successivamente allo svolgimento di una prova scritta. Per accedere bisognerà possedere una delle seguenti lauree: Scienze politiche, Giurisprudenza, Scienze dell’Economia, Ingegneria informatica, Scienze dell’Educazione degli Adulti, Scienze Statistiche, Matematica.

Per i diplomati, invece, l’iter sarà invertito: essi dovranno prima effettuare una prova scritta e successivamente verrà effettuata la valutazione dei titoli posseduti.

La retribuzione prevista

Il concorso centri per l’impiego prevede l’assunzione di 1024 figure nella Pubblica Amministrazione. Quindi, prendendo come riferimento le attuali retribuzioni nella PA si può ipotizzare che lo stipendio per chi verrà assunto in categoria C sarà, in media, dai 1.700 ai 1.900 euro. 

Per un dipendente inquadrato nella Categoria D, invece, lo stipendio medio di base varierà dai 1.800 ai 2 mila euro.