Catania

Biancavilla, tradizioni e centro storico: cosa vedere

Comune di Biancavilla
Biancavilla
Biancavilla è un paese dalla storia antica, oggi fa parte del Parco dell'Etna. Cosa vedere, le tradizioni e come raggiungerla in auto o coi mezzi.

Biancavilla è un comune di medie dimensioni alle falde dell’Etna. Assieme al paese limitrofo Adrano, costituisce un agglomerato urbano molto denso. Città dalle tradizioni antiche e circondata dalla natura, il suo territorio è inserito dentro il Parco dell’Etna. Esploriamone insieme tradizioni e punti di forza in questa rapida guida.

Cosa vedere a Biancavilla

Il centro storico del Comune di Biancavilla è dominato dalla Basilica di Maria SS. dell’Elemosina e dalla Chiesa di Santa Maria del Rosario. Si tratta dei due maggiori esempi di barocco della cittadina e costituiscono dal punto di vista artistico i monumenti più rilevanti della città.

Tra le architetture civili più interessanti, si segnala Villa delle Favare, elegante residenza signorile di origine settecentesca e oggi sede anche della biblioteca comunale. Diversi i palazzi che testimoniano l’antica ricchezza di Biancavilla. Sono situati nella maggior parte dei casi su via Vittorio Manuele, strada nevralgica del centro storico.

Non molto distante da Biancavilla, anche se in territorio adranita, si trova il Ponte dei Saraceni, una struttura che collega le due sponde del Simeto. Malgrado il suo nome, sarebbe stato costruito già in epoca normanna. Una zona di interesse storico ma anche naturalistico.

Il Ponte dei Saraceni, tra Adrano e Biancavilla
Il Ponte dei Saraceni, tra Adrano e Biancavilla

Le tradizioni di Biancavilla: la festa di San Placido

Tra le tradizioni più sentite in città c’è la festa del patrono, San Placido. Biancavilla oggi celebra la festività il 23 settembre, ma il legame col santo ha radici antiche. Secondo la tradizione, San Placido subì il martiro dai pirati nel 541, a Messina. Più di 1000 anni dopo venne ritrovata la cripta con il corpo del santo e, nel 1602, per incrementare la fede nella città etnea e latinizzarne la popolazione di origine albanese, venne deciso di donare il braccio destro come reliquia.

Oggi la festa di San Placido si celebra portando in processione il busto del santo tra le vie del centro storico. Spettacolari le grandi luminarie che vengono allestite sulla piazza principale, che ogni anno attraggono numerosi turisti nei giorni della festività.


Zafferana Etnea, la città immersa nel verde: cosa vedere


Come raggiungere Biancavilla

Per raggiungere Biancavilla da Catania in auto, basta percorrere la SS121, che collega il capoluogo ai paesi etnei. La strada è generalmente abbastanza trafficata e prima di arrivare bisognerà superare le uscite per Misterbianco e Paternò.

In alternativa, Biancavilla è raggiungibile anche coi mezzi pubblici. In particolare:

  • Treno FCE con collegamenti giornalieri e fermate lungo il percorso della circumetnea;
  • Autobus extraurbano FCE.

Gli orari, i costi e tutte le info al riguardo sono disponibili sul sito della Ferrovia Circumetnea.


Giarre, il comune ai piedi dell’Etna: cosa vedere e come raggiungerlo

Rimani aggiornato