Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Ministero Giustizia: si assume anche in Sicilia

concorso Ministero Giustizia
Concorso Ministero Giustizia: posizioni aperte per diplomati e laureati. Di seguito tutte le informazioni utili.

Arriva un nuovo bando di Concorso Ministero Giustizia, previsto dal DL Rilancio. I posti da ricoprire sarebbero 2700 in tutta Italia e prevederebbero un contratto a tempo indeterminato.

Il bando è aperto sia a diplomati che a laureati.

In Sicilia

Le 2700 figure del Concorso Ministero Giustizia dovranno essere inquadrate nell’Area funzionale Seconda, Fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia-Amministrazione Giudiziaria.

In Sicilia sono previste 372 nuove assunzioni, distribuite così:

  • 31 per Caltanissetta;
  • 99 posti per Catania;
  • 62 per Messina;
  • 180 per Palermo.

I requisiti richiesti

Chiunque volesse partecipare al Concorso Mistero Giustizia, dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
  • età non inferiore agli anni 18;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
    posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;
  • possesso delle qualità morali e di condotta di cui all’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • possesso del diploma di scuola media superiore (maturità).

Inoltre, è richiesto anche uno o più dei seguenti titoli:

  • avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno tre anni, senza demerito;
  • avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno un anno, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
  • avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado;
  • avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni.

Come partecipare e scadenze

Per partecipare al Concorso Ministero Giustizia bisogna mandare la propria domanda online presso la piattaforma “Concorsi Personale DOG” entro e non oltre il 10 gennaio 2021.

La richiesta di partecipazione al concorso è valida solo per un distretto sopraelencato, dunque non può essere ammessa una scelta multipla. I candidati verranno scelti in base alla valutazione dei titoli e ad una prova orale. Quest’ultimo si svolgerà nella sede di ogni distretto interessato.

Rimani aggiornato