Attualità

Metro Catania: apertura domenicale e nuove stazioni

Metro Catania: il servizio sarà attivo per tutte le domeniche di dicembre, mentre continuano i lavori per l'apertura di nuove stazioni. Ecco tutte le novità.

Metro Catania in espansione con aperture domenicali e nuove stazioni in progetto. Nei giorni scorsi, la Fce (Ferrovia Circumetnea) di Catania ha annunciato l’apertura domenicale della metro in vista delle festività natalizie. L’iniziativa, sempre molto apprezzata dai cittadini, coinvolgerà tutte le domeniche di dicembre, a partire da giorno 13 dicembre 2020. La prima corsa partirà dalla stazione metropolitana di Nesima alle ore 8:30, mentre l’ultima corsa partirà dalla stazione Stesicoro alle ore 21. Tale apertura, almeno per il momento, non sembra definitiva ma legata solamente al mese di dicembre.

Tuttavia, è possibile che l’azienda Fce punti a una apertura domenicale definitiva. Le sperimentazioni, negli anni, sono state tante: dalle festività di Sant’Agata al Corri Catania, la metro aperta di domenica è sempre stata accolta con grande entusiasmo dai catanesi. D’altronde, i numeri degli utenti della metropolitana sono cresciuti a dismisura negli ultimi anni, dimostrando come si tratti di un servizio utile e funzionante per tutta l’area, anche grazie ai parcheggi scambiatori che permettono agli automobilisti di lasciare l’auto e di usufruire dei servizi metro.

Metro Catania: altre novità in cantiere

I progetti in cantiere sono molti: tra i primi, figura naturalmente l’apertura di nuove stazioni all’interno della città. Tra le più attese, sicuramente c’è l’apertura della stazione Cibali e della stazione Porto, due punti fondamentali per i catanesi. La vera rivoluzione sarà, però, la fermata Aeroporto Fontanarossa, che permetterà alla città di Catania di mettersi in pari con molte altre città italiane. Proprio in queste settimane, è stata completata la stazione ferroviaria Aeroporto, ma presto arriverà anche un collegamento con la metropolitana. Lo scopo è proprio quello di integrare la metropolitana e la ferrovia tradizionale già nel 2026, facendo di Fontanarossa uno snodo strategico sia per quanto riguarda la mobilità urbana sia per quanto riguarda la mobilità interurbana su ferro, per tutte le direzioni: urbane, interurbane e regionali.

A breve, inoltre, dovrebbe arrivare il collegamento con l’Ospedale Garibaldi Nesima, dove sono già in corso i lavori, che a breve dovrebbero portare all’apertura della stazione che prenderà il nome di “Garibaldi-Fontana”. Tale stazione porterà direttamente all’interno del presidio ospedaliero di Nesima Superiore.