Attualità

Bonus Natale 150 euro: cos’è e come funziona

Lotteria degli scontrini
Bonus Natale: in molti vorranno approfittare dell'iniziativa del Governo per incentivare gli acquisti con carta ed ecco quindi come funziona.

Si tratta di una delle misure più attese del periodo natalizio che è stata messa in campo dal Governo per sostenere l’economia, i lavoratori del settore commerciale e i cittadini. Il Bonus Natale è un provvedimento che riguarda principalmente gli acquisti effettuati con carte di credito e app ed è stata fortemente voluta dal Premier Conte. Lo scopo è quello di incentivare i pagamenti elettronici, fatto che, in tempo di pandemia, potrebbe anche essere di aiuto nel ridurre al minimo i contatti e lo scambio di oggetti come i soldi, tra persone molto diverse. Ecco come funziona e quali sono le principali novità.

Bonus Natale, cashback e extra-cashback: di cosa si tratta

Questo tanto chiacchierato Cashback dovrebbe consistere nel rimborso di una certa somma di denaro a fronte di un totale di spese effettuate presso negozi fisici durante le quali si è preferito pagare con metodi digitali, quali carte e app. La data di partenza di tale iniziativa è prevista per gennaio 2021.

Tuttavia, ultimamente si è tanto sentito parlare di un Bonus Natale che sarebbe legato al cashback ma rientrerebbe in un’altra tipologia: l’extra-cashback. In questo caso, si tratta di una misura prevista per il periodo delle feste natalizie che dovrebbe prevedere un rimborso di 150 euro per tutti coloro i quali acquistano per almeno 10 volte in negozi fisici pagando con carte e app.

Bonus Natale e cashback: come funzionano

L’iniziativa prevede l’uso dell’app Io per far sì che tutto vada a buon fine, e che uno o più strumenti di pagamento siano associati a quest’ultima anche se il rimborso sarà sempre per ogni codice fiscale, indipendentemente dal numero di carte associate all’app. Il numero di operazioni necessarie per avere il rimborso del Bonus Natale è inoltre 10 nel corso del solo mese di dicembre, ed è obbligatorio acquistare presso negozi fisici, vedendo quindi esclusi gli acquisti online. Saranno tuttavia inclusi i pagamenti di prestazioni di artigiani e professionisti, come l’idraulico, e la spesa nei negozi.

Per tutti coloro i quali vorranno usufruire dell’incentivo, è bene sapere che l’extra-cashback prevede il rimborso di una somma aggiuntiva a quella che sarà attivata con la misura cashback del 2021. I pagamenti saranno effettuati sul proprio Iban entro fine febbraio 2021, ma non si esclude che vengano rilasciati entro la fine dell’anno.

Cashback ordinario e super-cashback

Il tetto massimo di spesa per l’extra-cashback è di 1.500 euro totali, il rimborso è di massimo 15 euro a prescindere dalla spesa e sarà pari al 10%. Tuttavia, il rimborso cumulativo di tutte le misure attive non supererà i 3.450 euro annui, dati dalla somma dei 150 previsti per l’extra-cashback, i 300 euro di tetto massimo per il cashback classico e i 3mila euro di super-cashback.

Diverse sono le modalità del cashback classico e di quello super: per il primo da gennaio 2021 saranno necessari 50 acquisti semestrali e i pagamenti avverranno a fine di ogni semestre. Per quanto riguarda il super-cashback, sarà garantito solo ai 100mila consumatori registrati che avranno effettuato più transazioni con pagamenti digitali nel corso dei tre semestri interessati dall’iniziativa, e ogni semestre il conteggio ripartirà da zero.


Leggi anche:

Bonus cashback già a dicembre: come richiederlo e le novità