Attualità

“Oscars of Education 2019”: premi per università e scuole

Si tratta di premi in denaro assegnati alle università e scuole partecipanti che si distinguono per un progetto per la crescita dei propri studenti.

In palio ci sono 50mila dollari che andranno ai vincitori delle differenti categorie presenti all’interno del concorso. Si è giunti alla sesta edizione dell’assegnazione di questi premi, voluta dalla Wharton Business School insieme all’azienda “QsQuacquarelli Symonds. Lo scopo è quello di premiare, tra i partecipanti alla gara, i progetti che possono fornire un contributo nella formazione dei giovani studenti e al miglioramento della vita.

L’iscrizione al concorso è gratuita e va effettuata online entro il 15 settembre. Possono partecipare scuole, università, organizzazioni no-profit nel campo dell’educazione, ma anche comuni che propongono progetti inerenti a una delle 16 categorie presenti, le quali includono la collaborazione con l’ambiente lavorativo, l’innovazione nella formazione o gli sviluppi di intelligenza artificiale. Ogni vincitore sarà premiato con 50mila dollari che servono da finanziamento per il progetto presentato.

I vincitori saranno annunciati nel corso della conferenza “Reimagine Education” che si terrà a Londra dall’8 al 10 dicembre. In passato è già successo che alcune presenze italiane si aggiudicassero la vittoria: è il caso del progetto “Augmented Lectures: When Scientists Meet Artists” dell’università di Trento o ancora di “Enhancing Curiosity through Music” proposto da Milano-Bicocca. Tuttavia, gli organizzatori hanno reso nota una scarsa presenza italiana per la gara di quest’anno, contando solo 10 progetti. Un vero peccato, considerando la grande opportunità di crescita e di sviluppo che il concorso rappresenta per il mondo dell’istruzione internazionale e nazionale.