Cronaca

Telecamera nei bagni della scuola: arrestato studente a Catania

maxi operazione polizia
Uno studente di un istituto catanese è stato denunciato, dopo essere stato scoperto a spiare nei bagni dei ragazzi della scuola, attraverso una telecamera nascosta.

 

È stato scoperto e in seguito denunciato uno studente che in un istituto catanese aveva installato una piccola telecamera nascosta in uno dei bagni dei maschi. Ad accorgersi della telecamera installata in una parete del bagno appositamente per spiare i ragazzi, è stato uno studente dello stesso istituto che ha rimosso la telecamera e ha immediatamente denunciato il fatto alla dirigenza scolastica.

La presenza di una “sim” telefonica, all’interno della microtelecamera, necessaria per trasmettere a uno smartphone o a un tablet le immagini rubate all’interno dei bagni, ha permesso di risalire allo studente che la aveva installata, violando non soltanto le norme sulle privacy. Inoltre, infatti, ulteriori indagini della Procura e la perquisizione informatica degli strumenti elettronici, telefono e pc del giovane, ha permesso di scoprire l’archiviazione di immagini e video di pornografia minorile, anche con soggetti in età infantile. L’autore del gesto è stato denunciato e per lui è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.