Attualità News Ricerca e Scienza Società Università di Catania

Premio L’Orèal: perché le donne (di scienza) valgono

Torna, attesissimo anche quest’anno, il Premio L’Oreal per le Donne e la Scienza che, giunto alla quattordicesima edizione, prevede il conferimento di cinque borse di studio del valore di 20.000 euro (fino alla scorsa edizione erano, invece, di 15.000 euro) ciascuna a ricercatrici d’età inferiore ai 35 anni, residenti in Italia e laureate in discipline nell’area delle Scienze della Vita e della Materia.

Il tutto in collaborazione con l’UNESCO.

2015-10-30 18.44.22

Nato nel 1998 su iniziativa di L’Oréal e UNESCO, “For Women in Science” è stato il primo premio internazionale dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Oggi si inserisce nell’ambito di un vasto programma incentrato sulla promozione della vocazione scientifica a livello internazionale e volto a riconoscere l’operato delle ricercatrici di tutto il mondo.

Fin dalla sua nascita, il programma “For Women in Science” ha scelto di premiare con un contributo di 100.000$ cinque candidate, una per ciascuno dei cinque continenti. Questo impegno su scala globale è stato rafforzato dalla creazione di borse di studio. Infatti, oltre ai premi alle 5 laureate, sono attribuite ogni anno 15 Borse internazionali e numerose borse di studio nazionali a giovani ricercatrici.

Dal 1998 a oggi sono state sostenute nel loro percorso di carriera ben 2.250 ricercatrici in 110 Paesi. Ad oggi, il premio L’Oreal per le Donne e la Scienza è stato assegnato a 65 ricercatrici italiane. Con l’edizione 2016 del premio, inoltre, entrano nel novero delle discipline cui il premio è aperto anche Matematica, Ingegneria e Informatica.

Auspichiamo – ha detto Cristina Scocchia, amministratore delegato di L’Oréal Italia, presentando questa edizione del premio – che le nostre vincitrici possano essere modelli di ispirazione per le giovani. Perché dobbiamo ancora vincere molti pregiudizi”.

Secondo una ricerca commissionata dalla Fondazione L’Oréal il 67 % degli europei ritiene che le donne non possiedano le capacità necessarie ad accedere a occupazioni di alto livello in ambito scientifico. Solo il 10% degli interpellati pensa, d’altra parte, che le donne abbiano particolari attitudini per la scienza. “Questi dati così scoraggianti – commenta Scocchia – ci rendono ancora più determinati».
Conosciamo meglio le vincitrici di questa edizione e i loro progetti.

La biologa Micol Bellucci svilupperà un progetto per lo sviluppo di una nuova generazione di digestori anaerobici in grado di migliorare la produzione di metano e idrogeno a partire dagli scarti agroalimentari; la ricercatrice medica Maria Gnarra esplorerà le origini delle malformazioni linfatiche; la biotecnologa Sarah D’Alessandro si occuperà dello sviluppo di nuovi farmaci contro la malaria; mentre Nicoletta Protti della sezione di Pavia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) si occuperà dello sviluppo di una promettente tecnica di radioterapia contro la malattia di Alzheimer; mentre Nadia Pieretti indagherà gli effetti che i rumori hanno sulle popolazioni di uccelli.

La Giuria è presieduta dal Professor Umberto Veronesi ed è composta da:
Enrico Alleva etologo, Direttore del reparto di Neuroscienze comportamentali all’Istituto Superiore di Sanità;
Mauro Anselmino, Professore di Fisica Teorica dell’Università degli Studi di Torino;
Mauro Ceruti, Professore Ordinario di Logica e Filosofia della Scienza presso l’Università IULM;
Maria Benedetta Donati, Coordinatore Scientifico Laboratori di Ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso;
Marcella Motta, Professore di Fisiologia e membro effettivo dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere;
Cristina Emanuel, Direttore Scientifico L’Oréal Italia.

Il bando per l’edizione 2015/2016, il regolamento completo e la domanda di ammissione, saranno disponibili a partire dal 15 Ottobre 2015 sul sito www.loreal.it. Le candidature al premio vanno eseguite tramite il form disponibile sulla pagina For Women In Science entro il 19 gennaio 2016. Entro maggio del prossimo anno, durante la cerimonia di premiazione, verranno annunciati i nomi delle vincitrici.