Cronaca

Acireale, uccisi due cugini catanesi: forse per un furto di agrumi

omicidio ad Acireale
Due cugini uccisi ad Acireale: i corpi sono stati ritrovati nelle scorse ore. Emerge una prima ipotesi investigativa e ci sarebbe anche un sospettato.

Risale alle scorse ore la notizia di un duplice omicidio avvenuto ad Acireale, nel Catanese. Le vittime sono Vito e Virgilio Cristian Cunsolo, due cugini rispettivamente di 29 e 30 anni. 

I corpi dei due giovani, originari del rione Librino (di Catania), sarebbero stati ritrovati da alcuni parenti nelle scorse in un casolare all’interno di un agrumeto di via Roccamena, nella frazione di Pennisi.

In particolare, secondo le prime indiscrezioni, di fronte al mancato rientro a casa dei due cugini, due sere fa, i familiari avrebbero deciso di cercarli. Soltanto nel corso del pomeriggio di ieri, tuttavia, questi sono stati ritrovati senza vita.

Un’ipotesi e un sospettato

Emerge una prima ipotesi investigativa su questo nuovo caso di cronaca di Catania, secondo cui i due sarebbero stati due ladri di agrumi. Non si esclude che Vito e Virgilio Cristian siano stati sorpresi a rubare e, per tale ragione, uccisi a colpi di arma da fuoco da qualcuno.

Al vaglio degli investigatori dell’Arma vi sarebbe la posizione di un uomo anziano, probabilmente uno dei tanti proprietari terrieri della zona.