Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Vigili del Fuoco 2022: tutte le info sul bando in scadenza

concorso vigili del fuoco-2022
Concorso Vigili del Fuoco 2022: in scadenza concorso per la copertura di 27 posti di lavoro, rivolta a civili. Di seguito le informazioni principali riguardo al bando.

Concorso Vigili del Fuoco 2022: il Ministero dell’Interno ha pubblicato un bando di concorso finalizzato alla copertura di 27 posti di lavoro per l’accesso alla qualifica di vice direttori logistico – gestionali del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. La selezione pubblica è rivolta a civili, perché non fare domanda? Ecco tutte le informazioni sul bando in scadenza.

Concorso Vigili del Fuoco 2022: i requisiti

Innanzitutto, prima di poter valutare la possibilità di mandare la propria candidatura o meno al concorso Vigili del Fuoco 2022, è fondamentale venire a conoscenza dei requisiti da possedere, che sono i seguenti:

  • essere in possesso della cittadinanza italiana;
  • godere dei diritti politici;
  • essere di età non superiore agli anni 45. (Non è soggetta ai limiti massimi di età la partecipazione al concorso del personale appartenente al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco destinatario della riserva del 25% dei posti);
  • avere qualità morali e di condotta;
  • non essere stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati;
  • non aver riportato sentenza irrevocabile di condanna per delitti non colposi o non essere stati sottoposti a misura di prevenzione;
  • assenza provvedimenti di destituzione da pubblici uffici o di dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione o di decadenza da un impiego statale.

Si richiede, inoltre, il possesso di una laurea magistrale tra quelle sotto elencate:

  • giurisprudenza (LMG/01);
  • scienze dell’economia (LM-56);
  • scienze della politica (LM-62);
  • scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63);
  • scienze economico-aziendali (LM-77).

Le riserve

Ai posti offerti dal concorso Vigili del Fuoco 2022 si applicano le seguenti riserve:

  • 25% dei posti al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di scadenza del termine stabilito nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione, sia in possesso dei requisiti di cui all’articolo 2 del bando, ad esclusione dei limiti di età;
  • 10% dei posti al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco che, alla data di scadenza del termine stabilito nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno sette anni ed abbia effettuato non meno di duecento giorni di servizio, fermi restando gli altri requisiti previsti dal citato articolo 2;
  • 2% dei posti agli ufficiali delle forze armate che abbiano terminato senza demerito, alla data di scadenza del termine utile stabilito nel bando per la presentazione della domanda di partecipazione, la ferma biennale, fermi restando gli altri requisiti previsti dal predetto articolo 2.

La procedura di selezione

Nel caso in cui il numero delle domande presentate per il concorso Vigili del Fuoco 2022 superi di almeno dieci volte il numero dei posti messi a concorso, potrà essere indetta una prova preselettiva.

Questa consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla vertenti sulle materie oggetto delle prove d’esame e potrà svolgersi presso sedi decentrate o anche in via telematica da remoto. La procedura selettiva sarà inoltre espletata mediante il superamento di tre prove d’esame: due scritte e una orale.

Infine, è importante specificare che la domanda dovrà essere presentata entro il 27 giugno 2022, esclusivamente con procedura telematica.

Università di Catania