Cronaca

Operazione “Odissea”: 18 indagati per mafia, armi e droga

Immagine di repertorio
La polizia, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, ha eseguito l'operazione "Odissea" sul gruppo acese del clan Santapaola-Ercolano.

Nel corso della notte è stata eseguita un’operazione su un sodalizio criminale dedito alla commissione di diversi reati, tra cui associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsioni, usura, detenzione di armi e traffico di sostanze stupefacenti. Le misure cautelari riguardano 18 persone.

L’indagine e i nomi

L’indagine è durata oltre un anno (dal gennaio 2019 al 30 novembre 2021) nei territori di Acireale e Aci Catena e ha fatto luce sulle attività criminali di una frangia acese della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano suddivisa in due articolazioni principali.

Gli agenti della Squadra Mobile di Catania e del commissariato di Acireale hanno così eseguito 18 misure cautelari in carcere. I soggetti destinatari sono:

  • Rosario Albicocco
  • Fabio Arcidiacono, conosciuto come “Fabio mafia”
  • Alfio Brancato, detto “ Alfiu u Più”
  • Giuseppe Salvatore Costarelli
  • Carmelo Dandolo
  • Massimo Filippo Felice
  • Giuseppe Florio, detto “Brioscia”
  • Salvatore Indelicato, detto “U spiddu”
  • Salvatore Mangiagli, “Mangiaglione”
  • Carmelo Messina, inteso “Melo u pisciaru”
  • Rosario Panebianco, detto “Catta bullata”
  • Pietro Giovanni Pappalardo, “Petru a ladra”
  • Antonino Patanè, “Nino Coca cola”
  • Mario Patanè, “U Cavaleri”
  • Alfredo Quattrocchi, conosciuto come “Alfio”
  • Fabio Sardo, inteso “Fabio Carapipi”

Ai domiciliari Alfio Pappalardo e obbligo di dimora per Giuseppe Palazzolo, detto “U ducati”.