Eventi

2 giugno, che festa è e perché si festeggia

frecce tricolori
2 giugno, che festa è e perché si festeggia: una celebrazione a livello nazionale che unisce tutto il popolo italiano in memoria della nascita della Repubblica.

2 giugno, che festa è e perché si festeggia? Questa domanda circola nelle menti di molte persone quando si avvina l’arrivo della Festa. Infatti, non tutti conoscono l’origine e il significato di questa festa nazionale, e dunque il motivo per il quale si festeggia. Tuttavia, si tratta di un evento fondamentale per la storia della Repubblica Italiana, e non a caso il 2 giugno è stato proclamato festa nazionale. Ecco quindi il 2 giugno che festa è e perché si festeggia.

2 giugno: che festa è

Tra le feste nazionali che ricorrono ogni anno ne sono presenti diverse legate alla storia d’Italia. Tra queste, non può mancare quella del 2 giugno, il cui nome per esteso è Festa della Repubblica Italiana. Il motivo per cui la festa del 2 giugno porta questo nome è legato proprio all’origine della celebrazione, la quale è dedicata alla nascita della Repubblica Italiana avvenuta proprio il 2 giugno del 1946 dopo una votazione svoltasi con il metodo del referendum.

Come già anticipato, si tratta di una festa nazionale, ed è indicata come giornata “rossa” sul calendario, vale a dire festiva. Questa celebrazione riveste un ruolo fondamentale per l’Italia, in quanto rappresenta a tutti gli effetti la Patria.

Perché si festeggia

Il motivo per il quale si è deciso di stabilire una data da dedicare al festeggiamento dell’avvento della Repubblica in Italia è facile da immaginare. Infatti, la nascita della Repubblica ha segnato una svolta e un passo fondamentale nella storia dell’Italia. Basti pensare che prima dell’avvento della forma di governo repubblicana, l’Italia aveva assistito a oltre 20 anni di dittatura fascista, con i conseguenti orrori che ne derivarono, Seconda Guerra Mondiale compresa.

Infatti, la Repubblica venne istituita in Italia proprio all’indomani della fine della guerra, nel corso di un dopoguerra che, per quanto si trattasse di un periodo difficile e di lenta ripresa, venne affrontato con tanta fiducia nel futuro da parte degli italiani. Inoltre, l’avvento della Repubblica portò con sé grandi novità, a partire dalla sua stessa votazione che fu la prima in Italia ad avvenire secondo il suffragio universale e quindi a consacrare il diritto di voto anche per le donne italiane.

2 giugno: i festeggiamenti nazionali

La Festa della Repubblica è particolarmente sentita da grandi e piccini in Italia. Infatti, ogni italiano ha visto almeno una volta nella sua vita i festeggiamenti nazionali che si svolgono a Roma proprio il 2 giugno, anche se solo all TV. Normalmente il programma dei festeggiamenti è molto fitto, anche se negli ultimi due anni si sono dovute ridurre le celebrazioni a causa della pandemia.

I festeggiamenti che avvengono a Roma prevedono una parata militare lungo via dei Fori Imperiali, che viene trasmessa ogni anno integralmente alla TV, ma soprattutto la deposizione da parte del Presidente della Repubblica della corona d’alloro in segno di rispetto al Milite Ignoto all’Altare della Patria mentre le Frecce Tricolori sorvoleranno i cieli di Roma. Infine, in ogni città d’Italia si stila un programma che varia da luogo a luogo in base alle persone e alle iniziative coinvolte.


 2 giugno, cosa fare e dove andare a Catania e provincia: 5 idee originali

 Meteo Sicilia, 2 giugno tra sole rovente e forte caldo: le previsioni

A proposito dell'autore

Martina Bianchi

Con una laurea magistrale in Global Politics and Euro-Mediterranean Relations e una triennale in Scienze e Lingue per la Comunicazione, coltiva l'interesse per il giornalismo scrivendo per LiveUnict. Appassionata di lingue straniere, fotografia, arte e viaggi, mira ad un futuro nelle relazioni internazionali nel campo dei Diritti Umani, in difesa dei più deboli e contro le ingiustizie.

Coordina la Redazione di LiveUniCT da Maggio 2022.