Eventi In Copertina

Etna Comics 2022, oggi l’inaugurazione: “Ci godiamo il momento dopo due anni di stop”

Giornata di apertura della decima edizione dell'Etna Comics 2022, Festival internazionale del fumetto, del gioco e della cultura Pop. Oggi la cerimonia di inaugurazione e presentazione del Festival. La redazione di LiveUnict ha sentito ai propri microfoni il direttore generale artistico del Festival Antonio Mannino.

Prende finalmente il via la decima edizione dell’Etna Comics 2022 alle Ciminiere di Catania, dopo due anni di stop a causa della pandemia da coronavirus. La redazione di LiveUnict ha preso parte all’evento, seguendo la conferenza di apertura del Festival.

Festival del fumetto, del gioco e della cultura pop

Alle ore dieci si sono aperti i cancelli del centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania per dare il via alla decima edizione della fiera del fumetto, del gioco e della cultura pop più grande del Sud Italia. Antonio Mannino, direttore generale artistico dell’evento, ha tagliato il nastro ed esattamente un’ora dopo ha presentato il programma della nuova edizione. Accanto a lui, nella sala Galatea, l’autore del manifesto ufficiale Gabriele Dell’Otto e l’artista catanese Fumettibrutti, autrice della cover variant.

La visita dell’Arcivescovo

Tra le personalità presenti in questo giorno inaugurale di Etna Comics 2022 anche il nuovo Arcivescovo di Catania Monsignor Luigi Renna.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

“Per me è la prima volta – dichiara ai microfoni di LiveUnict Monsignor Luigi Renna -, ma sono stato un grande lettore di fumetti come Topolino, Dylan Dog e Mafalda. Il fumetto è una maniera molto intelligente per rilassare la mente”.

Monsignor Renna ha, inoltre rilasciato una dichiarazione in merito al primo incontro con Sant’Agata, avvenuto il 21 maggio scorso: “Un incontro molto felice ed emozionante. Il busto reliquiario sembra quasi sorridere e trasmettere fiducia”.

La cover di quest’anno

Gabriele Dell’Otto, catanese ad Honorem ormai, ha voluto rappresentare un’araba Fenice dalle sembianze umane come simbolo di rinascita dopo questi due anni terribili per il mondo.

“Sono emozionatissimo di essere tornato qui per la seconda volta. Ringrazio tutto lo staff – ha affermato Dell’Otto – Antonio e gli altri mi hanno proposto questa idea della Fenice, simbolo di rinascita, con la ragazzina al posto della Fenice”.

E la stessa Fenice, come racconta Mannino, è in tutto e per tutto, insieme al Liotru, l’icona della città di Catania, che nel corso della storia non si è mai arresa ma è sempre risorta dalle proprie ceneri.

“Uno dei manifesti più belli della storia di Etna Comics – dichiara Mannino -. La nostra idea era quella di realizzare un’Araba Fenice, un simbolo di rinascita, un personaggio mitologico, simbolo anche di Catania, distrutta 9 volte e sempre rinata. Un po’ come Etna Comics. Gabriele è stato bravo a cogliere il dettaglio della Porta Ferdinandea con la scritta melior de cinere surgo”.

“Una grande emozione tornare dopo due annidichiara ai microfoni di LiveUnict Antonio Mannino -,  un motivo in più per apprezzare ciò che abbiamo. Ci godiamo il momento come una cosa ritrovata, come quando perdi che la chiavi di casa e poi le ritrovi, come una cosa scontata ma che poi tanto scontata non è”

Fumettibrutti, invece, nella variant ha scelto di rappresentare la figura di Agata, simbolo importantissimo per la città e i suoi abitanti.

Un compito molto delicato – dichiara Yole di FumettiBrutti -. Fare la variant cover è una cosa che ho sempre sognato. Sono catanese, anche se ormai vivo a Bologna, e per me è motivo di orgoglio realizzare questa cover. Ho voluto rappresentare Agata perché ha spesso salvato Catania dalla lava e dal terremoto con il suo velo. Un omaggio ad Agata e un omaggio alla città”.

Le diverse aree tematiche

Nel corso della conferenza sono stati presentati al pubblico anche i vari rappresentanti delle differenti aree tematiche, con tanto di ospiti ed eventi. L’area Asian Wave si amplia, comprendendo tante nuove culture orientali e non solo dedicata al Giappone.

“Ci troviamo al secondo piano. Non mostriamo solo Giappone con Anime e Manga ma anche la Corea con la musica K POP, sempre più diffusa nel mondo occidentale – dichiara Silvio Franceschinelli –. Mettiamo in contatto diverse aree, dai fumetti alla musica e alla danza. Venite a trovarci e sentitevi in Asia per un po’ di tempo”.

Un’importante novità è il padiglione TABOOCOM, dedicato ad artisti e artiste del settore erotico. Oltre alle mostre, anche spettacoli e proiezioni tutti a cura di Fabiola Foti.

“Per la prima volta c’è uno spazio dedicato all’eros e al fumetto erotico. L’ Italia ha normalmente avuto un atteggiamento ipocrita su questo tema – dichiara Fabiola -. Grazie all’eros illustrato, si sono combattute tante lotte per la libertà, TABOOCOM è un manifesto di libertà. Tra le opere, abbiamo anche quelle di Fumettibrutti. È un’area dedicata ad un pubblico consapevole e più maturo”.

Cateno Piazza è invece il responsabile dell’Area Movie, che quest’anno ospita il concorso per il miglior cortometraggio: il corto vincitore verrà presentato alla 68° edizione del Taormina Film Fest.

“Si parte con la promozione di alcuni film. Abbiamo la partnership con la Marvel e presenteremo i primi due episodi di Miss Marvel. Avremo numerose serie e un documentario dedicato a Luca Parmitano, e una partnership con il Taormina Film Festival. Grande ospite sarà Matt Dillon che arriverà domani. Per concludere – prosegue Piazza -,  ci sarà un concorso di cortometraggi e il vincitore andrà al Taormina Film Festival”.

 

Articolo e foto a cura di Agnese Naselli, Dario Longo e Noemi Costanzo.