Adrano

Colpi d’arma da fuoco e droga nascosta nel Catanese: avviate le indagini

Dopo diverse segnalazioni su presunti spari avvenuti per strada, in comune del Catanese, la polizia ha avviato le indagini.

I poliziotti del commissariato di pubblica sicurezza di Adrano, della squadra mobile di Catania e della polizia scientifica, dopo numerose segnalazioni anonime su presunte esplosioni di colpi di arma da fuoco avvenute nei giorni precedenti, nelle zone dello slargo vicino alle case popolari poste di fronte il mercato ortofrutticolo di Adrano, in provincia di Catania, hanno provveduto ad effettuare un accurato controllo nelle zone di interesse.

Nel posto indicato, accanto ad alcune autovetture aperte e in stato di abbandono, è stato trovato un bossolo appartenente ad una calibro 7.65 browning.

All’interno di un’autovettura, è stato trovato un barattolo di vetro trasparente contenente cocaina, per un peso lordo complessivo pari a 250 grammi circa, una cartuccia cal 7.65 browning, un bilancino di precisione funzionante e un involucro di carta alluminio contenente marijuana.

All’interno di un’altra autovettura, anch’essa aperta e in stato di abbandono, è stato trovato uno zaino di colore nero contenente marijuana, per un peso lordo complessivo di 350 grammi circa, un altro involucro di carta alluminio contenente marijuana e un revolver calibro 5.7 a tamburo, privo di marca, matricola o punzonatura, insieme ad una scatola contenente 42 cartucce calibro 6.35, un revolver calibro 320 privo di marca, matricola o punzonatura, unitamente a 13 (tredici) cartucce calibro 7.65 Browning e una pistola semiautomatica cal. 7.65 browning, con matricola asportata poiché tagliata, con colpo in canna, munita di caricatore contenente altre 4 cartucce calibro 7.65 browning.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Sono in corso le indagini per risalire agli eventuali autori degli spari, nonché alla riconducibilità delle armi e degli stupefacenti sequestrati a carico di ignoti.


Catania, sequestrati 3mila litri di gasolio da una cisterna abusiva