Attualità

Bonus bollette diventa retroattivo: come fare domanda

Bonus bollette- Bonus bollette 2022- Luce e gas
Il Bonus bollette rientra ufficialmente nel Decreto aiuti. Tra le novità principali, il bonus diventa retroattivo. Tutte le informazioni su come richiederlo.

Bonus bollette in arrivo: il Consiglio dei Ministri ha inserito il bonus bollette all’interno del Decreto aiuti. La misura rimarrà in vigore fino al 30 settembre del 2022 e sarà retroattiva.

Lo sconto su luce e gas verrà, quindi, applicato sulle fatture già pagate per Dsu per Isee presentati dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre. Inoltre,  sarà l’Arera a determinare l’importo del bonus bollette relativo alle tariffe luce e gas per il terzo trimestre, con delibera da adottare entro il 30 giugno.

Bonus bollette: è anche retroattivo

Con l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Decreto aiuti, il governo ha confermato il bonus sociale, utile per contenere i prezzi altissimi di luce e gas in visione del terzo trimestre del 2022. La misura sarà valida fino al 30 settembre 2022, ma non sono finite le novità: da adesso è presente la retroattività del primo trimestre del 2022, per tutti quelli che non hanno fatto in tempo a presentare l’Isee.

Il tetto massimo dell’Isee, inoltre, è stato alzato, in questo modo sempre più cittadini potranno richiedere il bonus: si passa da un tetto massimo di 8.265 euro ai 12.000 euro annuali. Così facendo, saranno 5,2 milioni gli italiani che potranno usufruire del bonus, senza considerare i nuclei familiari con Isee di massimo 20.000 e con almeno quattro figli a capo, e tutti i soggetti con varie patologie certificate che necessitano delle corrette strutture mediche.

Per ottenere le retroattività, le somme eccedenti, dove necessario, saranno versate automaticamente nella bolletta, dopo aver presentato tutta la documentazione necessaria.

Bonus bollette, come richiederlo?

Per richiedere il bonus occorre come prima cosa presentare la Dichiarazione sostitutiva. Con quest’ultima si otterrà l’attestazione dell’Isee. Per fare ciò, basterà semplicemente accedere al portale elettronico MyInps e utilizzare l’apposita sezione della piattaforma sotto la voce di “documento precompilato”.

In alternativa, per tutti i cittadini, sarà possibile rivolgersi ai rispettivi patronati di riferimento.


Bonus 200 euro: come sarà erogato categoria per categoria