Lavoro, stage ed opportunità

Assunzioni nei Ministeri, 1.956 nuovi posti: le posizioni aperte

concorsi Sicilia
Assunzioni ministeri: è stato indetto un bando di concorso unico finalizzato all'assunzione di 1956 nuove figure a tempo determinato, con sedi dislocate in tutta Italia, per i Ministeri della Giustizia, della Cultura e dell'Istruzione.

Assunzioni Ministeri: È stato indetto un bando di concorso unico finalizzato all’assunzione di 1956 nuove figure a tempo determinato, con sedi dislocate in tutta Italia, per i Ministeri della Giustizia, della Cultura e dell’Istruzione.  La procedura di selezione vedrà delle specifiche da rispettare per il reclutamento, ecco tutte le specifiche.

Chi può fare domanda?

La selezione ufficiale sarà gestita dalla Commissione Ripam – Formez PA, e sarà diretta a tutti coloro che hanno già svolto un tirocinio presso questi Ministeri e che sono in possesso, di diploma, laurea o licenza  media a seconda dei profili per cui ci si candida. La domanda può essere inoltrata entro e non oltre il 9 maggio 2o22, per tuti coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti. In particolare la procedura selettiva prevede il reclutamento di unità di personale che non sia dirigenziale e a tempo parziale di diciotto ore settimanali, della durata di diciotto mesi, di cui:

  • 271 unità di area III;
  • F1, 84 unità di area II;
  • F2 e 208 unità di area II ;
  • F1 nel Ministero della Cultura, 1000 unità di area II;
  • F1 nel Ministero della Giustizia e 393 unità di collaboratore scolastico di categoria A -1 nel Ministero dell’istruzione.

Ministero della Cultura

Le ripartizioni seguiranno questa lista per cui per l’Area funzionale III, fascia retributiva F1 cerca:

  • Funzionario amministrativo (Codice AMM/TC) – 1 unità a tempo determinato;
  • Funzionario archeologo (Codice ARL/TC) – 73 unità a tempo determinato;
  •  Funzionario architetto (Codice ART/TC) – 96 unità a tempo determinato;
  • Funzionario archivista (Codice ARV/TC) – 1 unità a tempo determinato;
  •  Funzionario bibliotecario (Codice BIB/TC) – 16 unità a tempo determinato;
  •  Funzionario geologo (Codice GEO/TC) – 6 unità a tempo determinato;
  • Funzionario ingegnere (Codice ING/TC) – 24 unità a tempo determinato;
  • Funzionario storico dell’arte (Codice STO/TC) – 1 unità a tempo determinato;
  • Funzionario tecnologo (Codice TEC/TC) – 53 unità a tempo determinato.

Per l‘Area funzionale II, fascia retributiva F2 cerca invece:

  •  Assistente amministrativo gestionale (Codice AAG/TC) – 46 unità a tempo determinato;
  • Assistente tecnico (Codice ATE/TC) – 18 unità a tempo determinato;
  • Assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza (Codice AFA/TC) – 20 unità a tempo determinato;

Per L‘Area funzionale II, fascia retributiva F1 infine:

  •  Operatore amministrativo gestionale (Codice OAG/TC) – 17 unità a tempo determinato;
  •  Operatore tecnico (Codice OTE/TC) – 38 unità a tempo determinato;
  • Operatore alla fruizione, accoglienza e vigilanza (Codice OFA/TC) – 153 unità a tempo determinato.

Ministero della Giustizia

Per L’area funzionale II, fascia retributiva F1:

  •  Operatore giudiziario a tempo determinato (Codice OGI/TG) – 1000 unità a tempo determinato.

Ministero dell’Istruzione

Per la Categoria A-1:

  • Collaboratore scolastico ATA (Codice ATA/TI) – 393 unità a tempo determinato.

Assunzioni Ministeri: le riserve

Secondo il concorso sono previste delle riserve, con le seguenti previsioni:

  • ai sensi degli articoli 678 e 1014 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta, ove in possesso dei requisiti previsti dal bando;
  • fermo restando quanto previsto dal bando, si applicano in quanto compatibili, le eventuali riserve di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68.

I requisiti fondamentali per fare richiesta per Assunzioni Ministeri

Tutti i candidati per poter effettuare la richiesta devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere o essere stati tirocinanti nell’ambito dei percorsi di formazione e lavoro presso le sedi del Ministero della cultura, del Ministero della giustizia e del Ministero dell’istruzione nelle Regioni previste dall’art. 50-ter del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106;
  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea o altre categorie indicate sul bando;
  • avere un’età non inferiore ai diciotto anni;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui la selezione si riferisce. Tale requisito sarà accertato prima dell’assunzione all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;
  • per i posti da assegnare al Ministero della giustizia: possesso della condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

I titoli di studio richiesti

Per ogni profilo per cui si intende concorrere ci sono degli specifici titoli di studio da possedere:

  • profili di funzionario di area funzionale III, fascia retributiva F1: laurea, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale;
  • profili di assistente di area funzionale II, fascia retributiva F2: diploma di istruzione secondaria di II grado conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto;
  • profili di operatore di area funzionale II, fascia retributiva F1: assolvimento dell’obbligo scolastico o diploma di istruzione secondaria di I grado;
  • profilo professionale di collaboratore scolastico ATA di categoria A1: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Le fasi della procedura: selezione, prove d’esame e colloquio finale

Saranno 3 sostanzialmente le fasi della procedura di selezione per il concorso in questione. Per i posti di area funzionale III, fascia retributiva F1, e di area funzionale II, fascia retributiva F2 è prevista una prova selettiva scritta distinta per i relativi codici, che si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali.

Successivamente le commissioni d’esame redigeranno le graduatorie finali di merito sulla base dei punteggi conseguiti nella prova selettiva e dei titoli di preferenza e precedenza. Mentre per i posti di area funzionale II, fascia retributiva F1, e di categoria A1 è previsto un colloquio di idoneità. La commissione d’esame anche qui redigerà le graduatoria finale sulla base dei titoli di preferenza e precedenza.

Termine della domanda

Tutti i candidati dovranno inviare la domanda di ammissione alla procedura esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale, cioè lo SPID, compilando il modulo elettronico sul sistema «StepOne 2019». Per la partecipazione alla selezione è inoltre necessario il possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata PEC personale. La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro e non le ore 14:00 del 9 maggio 2022.

 Concorso MIUR, si ricercano 304 funzionari: riapertura bando