Attualità

Green pass, obbligo di vaccino a lavoro da metà febbraio: cosa si rischia

Obbligo di Green pass per over 50 a partire dal 1° febbraio e obbligo per tutti i lavoratori dal 15. Di seguito le misure riguardanti il covid-19 a lavoro e le sanzioni previste.

Con le regole imposte dal Governo nel decreto del 7 gennaio, a partire dal 1° febbraio 2022 è entrata in vigore la legge che prevede l’obbligo vaccinale per gli over 50. Per tutti colori che verranno trovato sprovvisti di vaccino e dunque non rispetteranno tale obbligo, verranno sanzionati con una multa pari a 100 euro. 

L’obbligo vaccinale per tale fascia di età è stato imposto poiché è la fascia con maggior esposizione e conseguenze gravi da covid-19. I controlli sono fatti a campione e la sanzione (100 euro, per una volta soltanto) è irrogata dal ministero della Salute tramite l’Agenzia delle entrate che vi provvede «sulla base degli elenchi dei soggetti inadempienti all’obbligo vaccinale periodicamente predisposti e trasmessi dal medesimo ministero, anche acquisendo i dati resi disponibili dal sistema tessera sanitaria sui soggetti assistiti dal Servizio sanitario nazionale vaccinati per Covid-19, nonché su quelli per cui non risultano vaccinazioni comunicate dal Ministero della salute al medesimo sistema e, ove disponibili, sui soggetti che risultano esenti dalla vaccinazione.

I destinatari dell’avviso di avvio del provvedimento sanzionatorio hanno 10 giorni di tempo dalla ricezione per comunicare all’ Asl “l’eventuale certificazione relativa al differimento o all’esenzione dall’obbligo vaccinale, ovvero altra ragione di assoluta e oggettiva impossibilità”. Se l’Asl non conferma l’insussistenza dell’obbligo vaccinale, l’Agenzia delle entrate provvede a inviare entro centottanta giorni dalla relativa trasmissione, un avviso di addebito, con valore di titolo esecutivo. 

La seconda misura imposta dal Governo ha come data chiave il 15 febbraio, quando entrerà in vigore l’obbligo per tutti i lavoratori di possesso del Super Green Pass, che si ottiene dopo la guarigione dal Covid oppure dopo aver effettuato la vaccinazione. Inoltre, chi verrò sorpreso senza la certificazione verde adeguata rischia una multa dai 600 ai 1.500 euro e sarà considerato assente ingiustificato fino alla presentazione del certificato.

 Covid, dal Super Green pass illimitato alla quarantena dimezzata: le regole