Lavoro, stage ed opportunità

Concorso MUR per 125 funzionari: requisiti e scadenze

funzionario amministrativo mur
Concorso MUR: si avvicina alla sua scadenza il bando di concorso per lavorare al Ministero dell'Università e della Ricerca. Quali posizioni sono aperte? Quali requisiti bisogna possedere per candidarsi?

Concorso MUR: lo scorso 15 ottobre è stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale, il bando di concorso che offre in totale ben 125 posizioni aperte per personale non dirigenziale, di qualificata professionalità nelle discipline scientifiche, economiche e giuridiche, da inquadrarsi nell’Area funzionale III, posizione economica F1, del comparto Funzioni centrali, presso il Ministero dell’Università e della Ricerca. Ma quali sono i requisiti richiesti al personale da reclutare? Come si svolgerà il concorso?

Concorso MUR: ripartizione dei posti e requisiti

Si parta dalla ripartizione dei posti; come riporta il bando, gli impieghi si suddividono in:

85 unità, da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario amministrativo – giuridico – contabile (codice concorso 01), di cui un’unità riservata, ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68;
10 unità, da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario per la comunicazione e per l’informazione (codice concorso 02);
30 unità, da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario informatico – statistico (codice concorso 03).

Il bando, inoltre, spiega i requisiti generali da possedere:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso;
  • età non inferiore a diciotto anni;
  • godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;
  • idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire;
  • posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • Diploma di Laurea del vecchio ordinamento (DL), Laurea Magistrale (LM) oppure Laurea Specialistica (LS) rilasciati da Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Università e della Ricerca.

Proprio a proposito del possesso dei Diplomi di Laurea, il bando indica, per ogni posizione, quali titoli vanno posseduti dai candidati: si rimanda, perciò, alla pubblicazione presente nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Le prove

Come indicato dal bando, la procedura concorsuale si divide in quattro fasi:

  • valutazione dei titoli;
  • prova orale;
  • attività di lavoro e formazione;
  • prova scritta.

Le prova scritta, secondo il bando, consiste nella soluzione di quesiti a risposta multipla; la prova orale, invece, consiste in un colloquio interdisciplinare, nell’ambito del quale è valorizzato il possesso di adeguate conoscenze informatiche e digitali, nonché di un’adeguata conoscenza della lingua inglese.

In entrambi i casi, infine, si andrà a valutare la preparazione dei singoli candidati in diverse materie: si rimanda, perciò, al bando, per conoscere nel particolare i possibili argomenti da studiare in vista della prova scritta e della prova orale. Si ricordi, in conclusione, che le domande potranno essere inoltrate entro e non oltre il prossimo 30 ottobre 2021, entro le ore 18:00: occorre dunque affrettarsi, per non rimanere tagliati fuori dal Concorso MUR

 Concorso ordinario: bandi scuola entro il 2021

 

Speciale Test Ammissione