Test Ammissione

Test Medicina 2021, Consulcesi: “Oltre 1 su 6 non ce l’ha fatta”

Test Medicina 2021
Test Medicina 2021: rispetto allo scorso anno più iscrizioni e posti disponibili. Eppure, secondoo Consulcesi, tanti non sono riusciti a realizzare i proprio sogno.

Test Medicina 2021: anche quest’anno la prova è stata accompagnata da dubbi, errori, e polemiche. Di fatto, le segnalazioni legate alle domande sono state molteplici e, in qualche caso, fondate.

Di fatto, nelle scorse settimane il Mur ha proceduto con lannullamento della domanda numero 56: di conseguenza, 1,5 punti sono stati attribuiti ad ogni candidato. Questo, tuttavia, a molti non è bastato. La pubblicazione della graduatoria nominativa nazionale, risalente allo scorso 28 settembre, ha confermato l’esclusione di moltissimi candidati.


 Test Medicina 2021, scorrimento graduatoria: la data


“Oltre uno su sei non ce l’ha fatta”

Rispetto allo scorso anno ci sono oltre 20mila iscrizioni e 2mila posti in più, nonostante questo, oltre uno su sei non ce l’ha fatta“: è quanto confermato da Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi, dopo l’uscita della graduatoria in questione.

Secondo Tortorella, il sistema di selezione messo a punto sarebbe risultato “inadeguato soprattutto nei criteri di valutazione che non riescono ad ‘intercettare’ gli studenti più bravi“.

Sono migliaia, infatti, i ragazzi che negli scorsi anni hanno tentato più volte il test– ha dichiarato il presidente Massimo Tortorella – e poi, una volta entrati, si sono laureati con il massimo dei voti“.

Test Medicina 2021: il nuovo punteggio minimo

Un’altra novità del test Medicina 2021, emersa negli scorsi giorni, riguarda il punteggio minimo. Questo, dopo la pubblicazione della graduatoria già citata, è sceso.

Già nei giorni precedenti alla pubblicazione dei risultati test Medicina, quindi prima del 28 settembre, si era ipotizzato un punteggio minimo di 37,3: un punteggio molto più basso rispetto a quello minimo del 2020, pari a 39,5.

Il nuovo punteggio minimo registrato è di 36,9 ed è stato registrato sempre all’Università di Messina. Invece, il punteggio minimo di Odontoiatria è 36,0, anche questo registrato a Messina.

Il punteggio minimo all’Unict

Il punteggio minimo per entrare a Medicina è quindi calato in tutti gli atenei quest’anno. L’ateneo a registrare il punteggio minimo più alto è Milano “Bicocca”, che con un punteggio pari a 55,6 si piazza in cima alla classifica, seguito dal 51,1 di Bologna.

L’Università degli Studi di Catania, invece, ha riportato un punteggio minimo per entrare in Medicina pari a 38,6. Quello registrato presso l’ateneo catanese è stato dunque più basso rispetto a quello degli scorsi anni: nel 2020, infatti, il punteggio minimo è stato pari a 40,5, mentre nel 2019 di 44,2.