Scuola

News scuola: autorizzati concorsi per 5.116 docenti di Religione

news scuola
News scuola: procedure concorsuali per 5.116 insegnanti di Religione cattolica in arrivo. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che li autorizza.

Le news scuola arrivano anche per gli aspiranti docenti di Religione cattolica. Sarà presto indetto un concorso per 5.116 posti per il triennio 2021/24. Il decreto di autorizzazione è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e permette al Ministero dell’istruzione di avviare due procedure concorsuali:

  • una per la scuola primaria e la scuola dell’infanzia;
  • l’altra per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Chi potrà accedere

Il requisito principale di accesso è il possesso per i candidati della certificazione dell’idoneità diocesana.

“È prevista la certificazione dell’idoneità diocesana di cui all’articolo 3, comma 4, della legge 18 luglio 2003, n. 186, – si legge – rilasciata dal Responsabile dell’Ufficio diocesano competente nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda di concorso“.

Il resto delle assunzioni avverrà per esami e titoli, con lo scopo di reclutare, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, per gli anni scolastici 2021/2022, 2022/2023 e 2023/2024.


Scuola, Costa: “Riduzione quarantena da 7 a 5 giorni in caso di contagio”


L’intesa tra MIUR e CEI

La possibilità di indire i concorsi in questione, una tra le news scuola più interessanti, la si deve ad un’intesa firmata dal Ministero dell’Istruzione e dalla CEI (Conferenza episcopale italiana) avvenuta lo scorso 14 dicembre 2020. In quell’occasione sono state messe le basi per indire un nuovo concorso per gli insegnanti di Religione cattolica su territorio nazionale, così come previsto dall’articolo 1-bis della legge 159/19.

Tuttavia, il testo dell’intesa ricorda che i posti messi a bando nella singola Regione per il “personale docente di religione cattolica, in possesso del riconoscimento di idoneità rilasciato dall’Ordinario diocesano, che abbia svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione corrispondano a quanto stabilito dall’articolo 1-bis, comma 2, del decreto-legge n. 126 del 2019“.

La legge n. 126 del 2019

La legge specifica infatti che dei posti messi a concorso, una quota non superiore al 50 per cento potrà essere riservata al personale docente di Religione cattolica, sempre in possesso del riconoscimento di idoneità diocesana, che abbia svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione.

Speciale Test Ammissione