News

Green pass, i lavoratori senza certificazione non verranno sospesi: ecco cosa cambia

green pass
Nel nuovo decreto, lo “status” del lavoratore senza green pass non sarà più "sospeso dalla prestazione lavorativa". Ecco cosa cambierà.

Il green pass, nonostante le molteplici polemiche, sembra essere, almeno per ora, la soluzione migliore per evitare contagi. Per questo, l’obbligo è stato esteso anche ai lavoratori, ma ecco cosa dice il decreto di diverso rispetto alle precedenti bozze.

Nel testo del decreto legge n. 127 del 21 settembre 2021, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 226/2021, si possono leggere alcune variazioni rispetto alla bozza resa nota nei giorni precedenti: la più importante riguarda lo “status” del lavoratore senza green pass, che passa dall’essere “sospeso dalla prestazione lavorativa” all’essere considerato “assente ingiustificato”.

Per il lavoratore, per il periodo di assenza dovuta alla mancanza della certificazione verde, infatti, non percepirà la retribuzione.

Cambierà anche la procedura che le aziende dovranno eseguire in questo caso: infatti, mentre la sospensione è un provvedimento che il datore di lavoro deve adottare e comunicare al lavoratore interessato, l’assenza ingiustificata prevede semplicemente la presa d’atto da parte dell’azienda l’azienda, che non deve dunque comunicare niente al dipendente. 

 Green pass lavoratori, nuovo decreto: niente sospensione, ma stop stipendio