Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Ripam per 2.736 funzionari amministrativi: le sedi della prova

Concorso Ripam
Concorso Ripam per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di 2.736 Funzionari Amministrativi: ora rese pubbliche le sedi della prova prevista.

Il nuovo concorso Ripam è volto all’assunzione a tempo pieno e indeterminato di oltre 2000 funzionari amministrativi, da inquadrare nell’Area III, posizione retributiva F1, in profili non dirigenziali in diverse amministrazioni centrali.

 In questo concorso è garantita la pari opportunità tra uomini e donne e, in tutta Italia, i posti messi a disposizione sono 2.736.

I posti disponibili

Il concorso Ripam 2736 mette a disposizione i seguenti posti di lavoro:

  • n. 24 Funzionari Amministrativi per l’Avvocatura Generale dello Stato, Area III, posizione economica F1;
  • n. 123 Specialisti Giuridici Legali Finanziari, di cui n. 110 nel ruolo della Presidenza del Consiglio dei ministri e n. 13 della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, Categoria A, posizione economica F1;
  • n. 550 Funzionari Amministrativi per il Ministero dell’interno Area III, posizione economica F1;
  • n. 48 Funzionari Amministrativi per il Ministero della difesa, Area III, posizione economica F1;
  • n. 410 Collaboratori Amministrativi per il Ministero dell’economia e delle finanze – MEF, Area III, posizione economica F1;
  • n. 290 Funzionari Amministrativi per il Ministero dello sviluppo economico – MISE,  Area III, posizione economica F1;
  • n. 70 Funzionari Amministrativi per il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali – MIPAAF, Area III, posizione economica F1;
  • n. 67 Funzionari Amministrativi per ill Ministero della transizione ecologica, Area III, posizione economica F1;
  • n. 210 Funzionari Amministrativi per il Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili – MIT, Area III, posizione economica F1;
  • n. 92 Funzionari Area Giuridico Contenzioso per il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Area III, posizione economica F1;
  • n. 159 Funzionari Amministrativi Giuridici Contabili per il Ministero dell’istruzione, Area III, posizione economica F1;
  • n. 22 Funzionari Amministrativi Giuridici Contabili per il Ministero dell’università e della ricerca – MIUR, Area III, posizione economica F1;
  • n. 300 Funzionari Amministrativi per il Ministero della cultura, Area III, posizione economica F1;
  • n. 19 Funzionari Giuridici di Amministrazione per il Ministero della salute, Area III, posizione economica F1;
  • n. 300 Funzionari area amministrativa giuridico contenzioso per l’Ispettorato nazionale del lavoro – INL, Area III, posizione economica F1;
  • n. 45 Funzionari Amministrativi per l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Area III, posizione economica F1;
  • n. 5 Funzionari Amministrativi per l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, V livello;
  • n. 2 Funzionari Amministrativi per l’Agenzia per l’Italia digitale – AGID, Posizione economica F1;

Concorso Ripam per funzionari amministrativi: 2.736 posti disponibili

Concorso PNRR per 500 laureati: ultime ore per presentare domanda


Le sedi

Le prove scritte del concorso Ripam 2736 funzionari sono previste nel periodo compreso dal 30 settembre all’8 ottobre.

I candidati affronteranno la prova in otto regioni e in nove città, ossia Roma, Milano, Pescara, Napoli, Foggia, Cagliari, Reggio Calabria, Catania e Siracusa.

Si tratta del primo concorso unico digitale per il reclutamento a tempo pieno e indeterminato che richiede, sempre nello stesso bando, personale per diversi ministeri e amministrazioni.

Il calendario più specifico, comunque, verrà pubblicato a breve. 

Le prove

Il concorso Ripam 2.736 funzionari prevede un‘unica prova scritta, la quale verrà svolta esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e digitali anche in sedi decentrate.

Questa prova verificherà:

  • la capacità logico deduttiva e di ragionamento criticoverbale;
  • la conoscenza della lingua inglese di livello B1 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue;
  • la conoscenza delle tecnologie informatiche e competenze digitali.

Una volta superata la prova, i candidati vincitori saranno assegnati alle amministrazioni di destinazione in base alle preferenze espresse e in ordine di graduatoria.