Bandi Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Ripam per funzionari amministrativi: 2.736 posti disponibili

Riaprono i termini per il concorso Ripam. 2.736 posti come funzionari amministrativi in tutta Italia.

Si riaprono i termini per il bando di concorso Ripam pubblico per titoli ed esami per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 2.736 Funzionari Amministrativi, da inquadrare nell’Area III, posizione retributiva F1, in profili non dirigenziali in diverse amministrazioni centrali. È garantita la pari opportunità tra uomini e donne. Nei 2.736 posti a disposizione  in tutta Italia contano:

  • n. 24 Funzionari Amministrativi per l’Avvocatura Generale dello Stato
    Area III, posizione economica F1
  • n. 123 Specialisti Giuridici Legali Finanziari, di cui n. 110 nel ruolo della Presidenza del Consiglio dei ministri e n. 13 della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri
    Categoria A, posizione economica F1
  • n. 550 Funzionari Amministrativi per il Ministero dell’interno
    Area III, posizione economica F1
  • n. 48 Funzionari Amministrativi per il Ministero della difesa
    Area III, posizione economica F1
  • n. 410 Collaboratori Amministrativi per il Ministero dell’economia e delle finanze – MEF
    Area III, posizione economica F1
  • n. 290 Funzionari Amministrativi per il Ministero dello sviluppo economico – MISE
    Area III, posizione economica F1
  • n. 70 Funzionari Amministrativi per il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali – MIPAAF
    Area III, posizione economica F1
  • n. 67 Funzionari Amministrativi per ill Ministero della transizione ecologica
    Area III, posizione economica F1
  • n. 210 Funzionari Amministrativi per il Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili – MIT
    Area III, posizione economica F1
  • n. 92 Funzionari Area Giuridico Contenzioso per il Ministero del lavoro e delle politiche sociali
    Area III, posizione economica F1
  • n. 159 Funzionari Amministrativi Giuridici Contabili per il Ministero dell’istruzione
    Area III, posizione economica F1
  • n. 22 Funzionari Amministrativi Giuridici Contabili per il Ministero dell’università e della ricerca – MIUR
    Area III, posizione economica F1
  • n. 300 Funzionari Amministrativi per il Ministero della cultura
    Area III, posizione economica F1
  • n. 19 Funzionari Giuridici di Amministrazione per il Ministero della salute
    Area III, posizione economica F1
  • n. 300 Funzionari area amministrativa giuridico contenzioso per l’Ispettorato nazionale del lavoro – INL
    Area III, posizione economica F1
  • n. 45 Funzionari Amministrativi per l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Area III, posizione economica F1
  • n. 5 Funzionari Amministrativi per l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale
    V livello
  • n. 2 Funzionari Amministrativi per l’Agenzia per l’Italia digitale – AGID
    Posizione economica F1

Requisiti

Per partecipare al concorso è necessario essere in possesso dei soliti requisiti generici e i titoli di studio coi quali si vuole concorrere devono essere stati acquisiti prima del 25 luglio 2020, ossia alla precedente scadenza del bando.

Candidature

Le domande di partecipazione al concorso Ripam dovranno essere inviate esclusivamente per via telematica, compilando il modulo online apposito tramite il sistema “Step-One 2019” entro lunedì 30 agosto 2021. È previsto il versamento della tassa concorsuale di 10 euro. 

Le candidature inviate regolarmente entro la precedente data di scadenza del bando, 25 luglio 2020, restano valide per cui non è necessario ripresentare domanda. Coloro che hanno già inviato la candidatura possono modificare, integrare o sostituire, le domande presentare entro il nuovo termine di scadenza, 30 agosto 2021. In tal caso verrà presa in considerazione l’ultima domanda pervenuta in ordine di tempo e relativa al codice di concorso indicato.

Prove

Una sola prova scritta per il concorso Ripam, la quale si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e digitali anche in sedi decentrate. Attraverso la prova verrano verificate:

  • la capacità logico deduttiva e di ragionamento criticoverbale;
  • la conoscenza della lingua inglese al fine di accertare il livello di competenze linguistiche di livello B1 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue;
  • la conoscenza delle tecnologie informatiche e competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione.

I candidati vincitori saranno assegnati alle amministrazioni di destinazione in base alle preferenze espresse e in ordine di graduatoria.

Rimani aggiornato

Università di Catania