Test Ammissione

Test Medicina 2021: il punteggio minimo a Catania nel 2020

Test Medicina 2021
Test Medicina 2021: quale punteggio serviva totalizzare l'anno scorso per essere ammessi al corso a Catania? Di seguito i numeri ed informazioni utili.

Numerosissimi studenti stanno studiando per affrontare al meglio il Test Medicina 2021, che si terrà il prossimo 3 settembre. Il confronto con i punteggi minimi legati alla prova dello scorso anno può servire a chiarire le idee dei candidati.

Test Medicina 2021: il punteggio minimo a Catania nel 2020

Molti candidati si chiedono quanti punti occorra totalizzare per essere ammessi al corso di Laurea magistrale a ciclo unico di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Catania. In attesa di scoprirlo, risulterà utile sapere che l’anno scorso per entrare a Catania occorreva raggiungere un punteggio minimo pari a 40,5. Nel 2019, invece, per accedere al corso in questione dell’ateneo catanese occorreva un punteggio di 44,2. 

In realtà, quello di Catania del 2020 non è il numero più alto. Di fatto, l’ammissione al corso di Laurea magistrale a ciclo unico di Medicina e Chirurgia dell’Università Milano Bicocca era possibile con un punteggio di 57,8, ben più alto.

D’altro canto, esistono anche punteggi più bassi di quelli registrati dall’Università di Catania. Tra questi:

  • Messina: 39,5;
  • Catanzaro: 39,8;
  • Cagliari: 40,1;
  • Vanvitelli: 40,2;
  • Sassari: 40,3.

 Test Medicina 2021, il punteggio minimo per entrare nel 2020


Test Medicina 2021: i candidati e i posti a disposizione

Andrà ricordato che, secondo quanto indicato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, per i nuovi test di Medicina e Chirurgia sono state registrate 77.376 candidature (63.972 in lingua italiana e 13.404 per quella inglese). Molti meno soggetti, tuttavia, riusciranno a diventare studenti del corso: nello specifico 14.020. In altri termini, 1 studente su 5 riuscirà nell’impresa. Si tratta di un numero per certo limitato ma più alto di quello degli scorsi anni: si registra, in effetti, un aumento del 21% rispetto al 2019.

Grazie a questi dati, gli studenti potranno prepararsi con maggiore consapevolezza. Risulterà utile, inoltre, consultare le prove affrontate negli scorsi anni e sapere che il test è composto da 60 domande che vertono su diverse discipline. Nello specifico, bisognerà rispondere a:
  • 18 quesiti di biologia;
  • 12 quesiti di cultura generale;
  • 12 quesiti di chimica;
  • 10 quesiti di ragionamento logico;
  • 8 quesiti di fisica e matematica.

Test Medicina: prove anni precedenti, simulatore e programma