Attualità

Covid, Malta chiude ai non vaccinati: non basterà il tampone

vacanze malta
Malta chiude le porte agli stranieri non vaccinati e anche la Sicilia limita gli ingressi: per Spagna e Portogallo obbligatorio il tampone al rientro.

Lo spettro delle varianti aleggia sulle vacanze 2021 e c’è già chi pensa a chiudersi. Con una decisione presa nella serata di ieri dal vicepremier e ministro della Salute, Chris Fearne, a partire da mercoledì prossimo Malta chiuderà gli ingressi dall’estero per i non vaccinati.

La risoluzione presa dal governo maltese viene dopo il quinto giorno di aumento esponenziale dei casi di Coronavirus sull’isola mediterranea, dove i contagi sono cresciuti del 90% tra i giovani stranieri. A partire dalla stessa data, il 14 luglio, Fearne ha precisato che verranno chiuse anche le scuole di lingue. Nove di esse sono risultate altrettanti focolai.

Per entrare a Malta, dunque, bisognerà dimostrare di aver concluso il percorso vaccinale (due dosi per tutti i vaccini approvati finora, a eccezione del Johnson&Johnson) da almeno 14 giorni. Anche in Sicilia sono state prese alcune iniziative per ridurre l’impatto dei casi di rientro dall’estero. Nei giorni scorsi è diventato obbligatorio eseguire un tampone al rientro da Spagna e Portogallo e, proprio nella serata di ieri, 10 giovani sono risultati positivi al Covid di rientro da Valencia.


Green Pass europeo, al via: le info per richiederlo

Speciale Test Ammissione