Lavoro, stage ed opportunità

Concorsi pubblici 2021: bando per 2800 assunzioni al Sud Italia

concorsi pubblici 2021 diplomati
In arrivo uno tra i più importanti concorsi pubblici 2021: quello per l'assunzione di 2800 unità al Sud. Di seguito requisiti, posti a disposizione e scadenze fissate.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un bando per il reclutamento e l’assunzione di 2800 unità di personale per la pubblica amministrazione. Si tratta di concorsi pubblici 2021 e le assunzioni riguardano prevalentemente le regioni del Sud Italia: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Posti a concorso

I totali 2800 posti messi a disposizione sono divise per figure ed aree.

Previste, in primo luogo, 1412 unità di funzionari esperti tecnici a tempo determinato. In questo caso è richiesta competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione.

Questi primi posti saranno, in particolare, così smistati:

  • 2 unità presso la Presidenza del Consiglio dei  ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 5 unità presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 unità presso l’Agenzia nazionale politiche  attive del lavoro (ANPAL);
  • 122 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Abruzzo; 
  • 56 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Basilicata;
  • 201 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Calabria; 
  • 330 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Campania;
  • 31 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Molise; 
  • 213 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Puglia; 
  • 173 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sardegna; 
  • 275 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sicilia.

Inoltre, sono messi a disposizione 918 posti per funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo a tempo determinato: è richiesta competenza in materia di supporto alla coordinazione e pianificazione del interventi, gestione, monitoraggio e controllo.

Questi verranno così suddivisi:

  • 8 unità presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 4 unità presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 3 unità presso l’Agenzia nazionale politiche attive  del lavoro (ANPAL);
  • 5 unità presso il Ministero del  lavoro e delle politiche sociali;
  • 86  unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Abruzzo;
  •  42 unità  nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Basilicata;
  • 117 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Calabria;
  • 228 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Campania;
  • 26  unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Molise;
  • 178 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Puglia;
  • 103 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sardegna;
  •  118 unità  nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sicilia.

n° 177 posti per personale a tempo determinato per funzionari esperti in progettazione e animazione territoriale: è richiesta competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale.

I posti saranno suddivisi in:

  • 1 unità presso la Presidenza del Consiglio dei  ministri – Dipartimento per le politiche di coesione; 
  •  1 unità presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 4 unità presso l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro (ANPAL);
  • 4 unitàpresso  il  Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • 12 unità  nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Abruzzo;
  • 7 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Basilicata;
  • 17 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Calabria;
  • 33 unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Campania;
  • 7  unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Molise;
  • 37 unità nelle  amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Puglia;
  • 16  unità nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sardegna;
  • 38 unità  nelle  amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sicilia.

Aperte altre 169 posizioni per funzionari esperti amministrativi giuridici a tempo determinato: in questo caso, bisognerà dimostrare di possedere competenze in ambito di supporto alla stesura ed espletamento delle procedure di gara, ovvero degli avvisi pubblici nonché della successiva fase di stipula esecuzione, attuazione, gestione, verifica e degli accordi negoziali derivanti.

I posti saranno suddivisi in:

  • 2 posti presso la Presidenza del Consiglio dei  ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • 3 posti presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • 2 posti presso l’Agenzia nazionale politiche attive  del lavoro (ANPAL);
  • 4 posti presso  il  Ministero  del  lavoro  e  delle politiche sociali;
  • 12 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Abruzzo;
  • 7 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Basilicata;
  • 17 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Calabria;
  • 30 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Campania;
  • 7 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Molise;
  • 32 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Puglia;
  • 15 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sardegna;
  • 38 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sicilia;

Si ricercano, inoltre, 124 funzionari esperti analisti informatici a tempo determinato: è richiesta competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni.

I posti in questione, invece, nello specifico sono suddivisi in:

  • n° 1 posto presso la Presidenza del Consiglio dei  ministri – Dipartimento per le politiche di coesione;
  • n° 2 posti presso l’Agenzia per la coesione territoriale;
  • n° 1 posto presso l’Agenzia nazionale politiche attive  del lavoro (ANPAL);
  • n° 1 posto presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
  • n° 11 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Abruzzo;
  • n° 7 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Basilicata;
  • n°13 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Calabria;
  • n° 21 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Campania;
  • n° 7 posti nelle amministrazioni rientranti  nell’ambito territoriale della Regione Molise;
  • n° 21 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Puglia;
  • n° 11 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sardegna;
  • n° 28 posti nelle amministrazioni rientranti nell’ambito territoriale della Regione Sicilia.

Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione a tali concorsi pubblici 2021 i cittadini devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani o di un altro stato membro dell’UE e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano in possesso del diritto di soggiorno;
  • avere un’età non inferiore ai 18 anni;
  • essere in possesso di laurea;
  • essere in possesso dell’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • godimenti di diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento.
  • non aver riportato condanne penali;
  • per i candidati di sesso maschile, regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva.

Come inoltrare la domanda

L’invio della domanda deve venire esclusivamente per via telematica attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema “STEP ONE 2019”. Inoltre, per l’invio della domanda, il candidato deve essere in possesso di un indirizzo PEC nominativo. La registrazione e l’invio della domanda deve avvenire entro il 15esimo giorno decorrente dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del 6 aprile 2021.  

Concorso 2800 tecnici, pubblicato bando: i posti in Sicilia