Attualità

Bonus per cittadini e lavoratori: quali scadranno il 30 agosto

bonus inps extra
Il 30 agosto segna la fine di alcuni bonus previsti per aiutare cittadini e lavoratori in seguito al lockdown della pandemia. Ecco quali scadranno.

Durante l’emergenza sanitaria mondiale, il governo Conte ha introdotto bonus economici dedicati ad alcune categorie, con l’obiettivo di sostenere i cittadini e le fasce più deboli durante questo periodo di crisi. Sono tanti i lavoratori che durante il lockdown non hanno potuto convertire il loro lavoro in smartworking o continuare ad esercitare la propria professione, perché non rientravano tra le categorie di lavoratori essenziali previsti dai primi DPCM.

Bonus in scadenza ad agosto

Alcuni di questi bonus giungeranno al termine domenica 30 agosto, quindi non sarà più possibile farne richiesta o beneficiarne. Vediamo quali sono. Dal sito dell’INPS verrà tolta la sezione relativa all’invio delle domande al fine di ottenere il bonus dei 600 euro. I soggetti interessati sono:

  • professionisti iscritti a forme di previdenza diverse dall’Inps (solo per aprile);
  • autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Inps di artigiani e commercianti e dei coltivatori diretti, mezzadri, coloni e imprenditori agricoli professionali);
  • liberi professionisti iscritti alla gestione separata Inps o titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla stessa gestione;
  • dipendenti stagionali;
  • lavoratori in regime di somministrazione nei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • autonomi senza partita Iva, non iscritti a forme di previdenza obbligatorie, titolari tra il 1° gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020 di contratti autonomi occasionali;
  • venditori a domicilio;
  • operai agricoli con contratto a termine (solo per aprile;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • collaboratori nel settore dello sport

Collaboratori domestici, colf e badanti

C’è una nota a parte per la categoria dei collaboratori domestici, quali colf e badanti, che non potranno più usufruire del bonus. Chi fino al 23 febbraio aveva stipulato uno o più contratti di lavoro per una durata di 10 ore di lavoro a settimana poteva richiedere un bonus di 500 euro per i mesi di aprile e maggio.

Le condizioni per poter ricevere il bonus economico erano le seguenti: non convivere a casa del datore di lavoro e, in più, i soggetti interessati non devono percepire altre indennità riconosciute per l’emergenza Covid, né devono essere titolari di pensioni, se non dell’assegno ordinario di invalidità. Anche questo bonus si aggiunge tra quelli che scadranno questa domenica.

Rimani aggiornato