Catania

Corri Catania 2020: come è andata l’edizione simbolica dell’evento [VIDEO]

Era stato fissato per domenica 10 maggio il via della 12esima edizione di questa manifestazione ormai diventata appuntamento abituale per i catanesi. La corsa è stata sospesa, ma gli organizzatori hanno comunque dato il via a un'edizione simbolica.

Era uno degli appuntamenti attesi da tutti i catanesi, la Corri Catania, manifestazione entrata nel cuore e nella testa di ogni cittadino, tanto da diventare appuntamento fisso a cui non mancare la seconda domenica di maggio. Partita come corsa/passeggiata di beneficenza, è negli anni cresciuta in partecipazione, facendo registrare ogni edizione sempre più partecipanti.

Dopo il lockdown che ha bloccato tutta l’Italia, gli organizzatori si erano interrogati e alla fine avevano deciso di sospendere l’edizione di quest’anno, che sarebbe stata la 12esima. Ieri, giornata in cui era stata fissata in origine la corsa/passeggiata di solidarietà, sono lo stesso voluti scendere in piazza Università e mantenendo le distanze di sicurezza, come le norme nazionali e regionali sulla fase 2 prescrivono, hanno deciso di dare un via simbolico per far vivere lo stesso lo spirito dell’iniziativa.

La partenza è stata come da trazione alle 10, sulle note del jingle che ha sempre caratterizzato la corsa, con gli organizzatori e i propri familiari a prendere il via da piazza Università e percorrere via Etnea a passo veloce, con tuta e classica maglietta bianca. Ci siete mancati tutti tanto – questo il messaggio postato sulla pagina Facebook Corri Catania – e ci auguriamo di tornare presto alla normalità per correre o camminare lungo le strade della nostra Catania con l’entusiasmo, l’allegria e la voglia di stare tutti insieme che ha sempre caratterizzato il nostro evento”.

Continua nel frattempo la solidarietà, perché da sempre questa corsa è stata caratterizzata da un progetto da sostenere grazie alle vendite del kit al prezzo simbolico di 4 €, soldi che vengono raccolti e destinati a realizzare ogni anno un progetto di beneficenza. L’obiettivo di quest’anno era quello di donare alla Croce Rossa Italiana – sezione di Catania,  un ambulatorio medico mobile per attività di prevenzione e screening sul territorio.