Catania

Asp Catania, donati mascherine e DPI: “Non dimenticheremo mai questi gesti”

Asp Catania donazioni mascherine e dpi
L'Asp di Catania ringrazia i coloro i quali hanno donato apparecchiature, strumenti sanitari e fondi economici: tante le parti della società civile che hanno dato il loro contributo, dai cittadini alle imprese.

Il direttore dell’Asp di Catania, il dott. Maurizio Lanza, ha ringraziato tutti coloro che hanno deciso di dare una concreta mano d’aiuto in un momento di forte crisi. Sono stati donati da privati, infatti, svariate strumentazioni mediche, come mascherine, gel per le mani, tute protettive, visiere protettive. Tra le donazioni vi sono anche apparecchiature specifiche per l’emergenza Covid-19, tra cui un ventilatore polmonare, un ecografo, respiratori, maschere da snorkeling, monitor multiparametrici e valvole Charlotte costruite in 3D. Non mancano nemmeno contributi economici destinati ad alcuni reparti degli ospedali della provincia.

Gratuità, condivisione e solidarietà per gli operatori sono le espressioni più belle alle quali stiamo assistendo in questi giorni di emergenza e che non dimenticheremo – ha dichiarato il direttore dell’Asp -. Credo che siano queste le migliori chiavi d’accesso per affrontare e superare questo difficile momento”.

Le donazioni arrivano da diverse parti della società civile: da cittadini, imprese, associazioni, enti, rappresentanti del mondo della cultura, del volontariato e delle istituzioni che hanno messo a disposizione o donato dei Dispositivi di protezione (DPI) ovvero elargito dei fondi per la sicurezza del personale (medici, infermieri, oss…). “Non dimenticheremo mai queste espressioni di fiducia e stima”, ha aggiunto ancora il direttore dell’Asp Catania.

Assicurare i dispositivi di protezione individuale per la sicurezza degli operatori rappresentano un impegno quotidiano per le Istituzioni nazionali e regionali, al quale si aggiunge sul territorio quello dell’Asp di Catania in ragione delle numerose prestazioni erogate (esecuzione tamponi sull’intero territorio provinciale, attivazione di posti letto dedicati a ricoveri Covid; fornitura dei DPI alle USCA, alle strutture ricettive per la quarantena dei pazienti con Covid, al personale medico del 118…), rispetto alle quali il fabbisogno di DPI è sempre crescente.

Per queste ragioni le donazioni e la solidarietà ricevuta rappresentano espressioni di fiducia e stima per il lavoro quotidiano di ciascun operatore sanitario impegnato in prima linea in questa emergenza.