Catania

Coronavirus, a Catania divieti non rispettati: 118 denunce in 3 giorni

coronavirus autocertificazione
I controlli delle volanti della Polizia di Stato hanno portato alla denuncia di 118 persone che hanno violato le restrizioni imposte dal Dpcm per far fronte al contagio del Coronavirus.

Continua l’emergenza Coronavirus e pertanto le misure restrittive del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri è ancora in vigore. Tra le misure anche il divieto di spostarsi da casa per motivi non essenziali (lavoro, salute o spesa).

A Catania, però, si sono verificate molte infrazioni. Secondo i dati ricevuti dalla Questura di Catania, gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito 118 denunce in 3 giorni proprio per la violazione delle restrizioni. Tra loro: un posteggiatore abusivo attivo in via Ala, al quale sono stati sequestrati anche 30 euro; la titolare di una gastronomia di corso Indipendenza che continuava a tenere aperto il negozio. Inoltre, due persone sono state anche denunciate per per false attestazioni o dichiarazioni a pubblico ufficiale.

Come fa sapere la Questura di Catania, i reati che si commettono – infrangendo i divieti del Dpcm – comportano dei processi penali, proprio perché il violare le restrizioni potrebbe comportare un aggravarsi dell’epidemia del Coronavirus.


Leggi anche: