Lavoro, stage ed opportunità

Concorso cancellieri esperti: pubblicazione bando a breve

Il concorso cancellieri esperti del Ministero della Giustizia verrà pubblicato a breve: ecco tutte le info sul bando tra prove, requisiti e stipendio.

Concorso cancellieri: requisiti e date

Mancherebbe poco alla pubblicazione del concorso cancellieri esperti del Ministero della Giustizia. Si tratta di un concorso particolarmente interessante, in quanto il bando metterebbe a disposizione circa 2700 posti in tutta Italia. Inoltre, il concorso prevederebbe come requisito solo il diploma di maturità.

Tra i requisiti del bando, dunque, non c’è la laurea in Giurisprudenza. Tuttavia, non si sa ancora se tra i requisiti ci sarà o meno la conoscenza della lingua inglese a livello B2. Passando al bando, dei 2700 posti a disposizione per il concorso cancellieri esperti, una parte sarà riservata al personale interno e parte all’esterno, anche se non si conosce ancora il numero preciso.

Secondo le ultime indiscrezioni, il bando del concorso cancellieri del Ministero della Giustizia uscirà in primavera e comunque non oltre il mese di giugno 2020. Tuttavia, com’è noto, le tempistiche dei concorsi pubblici sono spesso variabili, dunque è una scadenza da prendere con le pinze.

Concorso cancellieri esperti Ministero Giustizia: le info sul bando

Il concorso cancellieri ricerca delle figure che assistono e coadiuvano il magistrato. La cosa più interessante è che per questo ruolo è richiesto solo il diploma di maturità. I vincitori del concorso, inoltre, otterranno un contratto a tempo indeterminato e saranno collocati in posti vacanti in tutte le regioni, in base alle preferenze dichiarate.

Questo concorso pubblico si terrà a Roma, ma non si sa se verrà gestito da FORMEZ/RIPAM come è avvenuto per quelli precedenti. Tra i compiti previsti per chi vincerà il concorso cancellieri rientra: redazione e sottoscrizione dei verbali di udienza, rilascio di copie conformi, ricezione di atti e attività di assistenza delle funzioni istruttorie del magistrato.

Dati i compiti richiesti, è chiaro che i partecipanti dovranno possedere le basi del diritto civile, penale e amministrativo e padroneggiare gli strumenti informatici. Quanto alla retribuzione, chi supererà il concorso e verrà dichiarato vincitore verrà inserito nell’area retributiva F3, con uno stipendio mensile lordo di 1700 euro.

Infine, per quanto riguarda le prove del concorso cancellieri, in attesa del bando si può affermare che verranno divise in:

  • Preselettiva: consisterà in una prima scrematura con quiz psico-attitudinali di logica e cultura generale;
  • Scritta: in questo caso, i partecipanti affronteranno risoluzioni di quesiti di diritto civile, penale, amministrativo e le relative procedura;
  • Orale: una prova che verterà sulle stesse materie dello scritto e una lingua straniera.

Concorsi pubblici 2020: i bandi in arrivo