Lavoro, stage ed opportunità

Tirocini presso la Banca d’Italia: opportunità per neolaureati

Banca D'Italia
Un'opportunità lavorativa di notevole importanza per i neolaureati. Di seguito tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione, i requisiti richiesti e la retribuzione

 L’iniziativa è diretta a favorire l’integrazione delle competenze maturate dai tirocinanti nei percorsi di studio universitario con una concreta esperienza presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario.

I tirocinanti saranno coinvolti in una o più delle attività svolte dalla Segreteria tecnica: verifica preliminare della regolarità dei ricorsi e istruttoria delle controversie; analisi della normativa, della giurisprudenza e della dottrina sulla materia; elaborazione di documenti di sintesi delle decisioni dei Collegi; classificazione e catalogazione informatica dei ricorsi e delle decisioni.

Numero di tirocini e sede di svolgimento

I 5 tirocini si svolgeranno presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro Bancario Finanziario della Sede di Palermo della Banca d’Italia, via Cavour n. 131/A.

L’esperienza avrà la durata di 6 mesi e sarà avviata orientativamente a partire dal mese di aprile 2020.

Le attività di tirocinio saranno svolte tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, secondo un’articolazione oraria che sarà concordata con il tutor aziendale e che comporterà un impegno giornaliero medio non inferiore alle sei ore.

Ai tirocinanti sarà riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a 1.000 (mille) euro lordi mensili, previa verifica del rispetto degli obblighi di assiduità e riservatezza; nei giorni di frequenza, i tirocinanti potranno fruire gratuitamente del servizio di ristorazione nei modi e nelle forme previsti per il personale dell’Istituto.

L’indennità è incompatibile con qualsiasi altro compenso – da attività lavorativa o assimilata – eventualmente percepito dai tirocinanti, anche sotto forma di borse di studio/di ricerca o assegni di dottorato. I candidati assegnatari dei tirocini, pertanto, saranno invitati a rinunciare a tali compensi per il periodo coperto dall’indennità corrisposta dalla Banca.

I requisiti per la partecipazione alla selezione sono i seguenti:

  • possesso di laurea magistrale a ciclo unico/magistrale (o specialistica) in Giurisprudenza, conseguita presso l’Università degli Studi di Catania con un punteggio pari ad almeno 105/110 (o votazione equivalente); altro diploma equiparato al suddetto titolo ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009;
  • età non superiore a 28 anni alla scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

Le candidature dovranno pervenire, entro e non oltre il 7 febbraio 2020, presso il Centro Orientamento Formazione & Placement in Via San Nullo n. 5/I – 95123 Catania, per posta o consegna a mano tutti i giorni dalle 09.00 alle 13.00 escluso il sabato. Non farà fede il timbro postale.La busta contenente i documenti di seguito elencati dovrà essere indirizzata a “Università di Catania – Centro Orientamento e Formazione & Placement” e dovrà contenere la dicitura “Avviso banca d’Italia sede di Palermo – ABF”.

I documenti necessari alla candidatura sono:

  • domanda di ammissione alla selezione e dichiarazione sottoscritta ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (cfr. allegato);
  • curriculum vitae;
  • un abstract della tesi di laurea di non più di 350 parole;
  • copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

La Banca d’Italia si riserva di verificare l’effettivo possesso da parte dei candidati dei requisiti e dei titoli dichiarati e di disporre l’esclusione dalla selezione o l’interruzione dello stage nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti o titoli.

Rimani aggiornato