News

Equinozio di Primavera e Superluna: stanotte doppio evento astronomico

Il duplice evento avverrà stanotte, quando, oltre all'equinozio di Primavera, sarà possibile ammirare per l'ultima volta quest'anno la Superluna sopra i nostri occhi.

Stanotte il firmamento ci riserva un duplice appuntamento: con l’equinozio e l’arrivo della Primavera, infatti, quest’anno sarà possibile ammirare l’ultima Superluna del 2019, dopo quella di febbraio, la più grande dell’anno. Sarà possibile contemplare la luna gigante anche in streaming, grazie alla diretta del Virtual Telescope Project, che trasmetterà lo spettacolo mentre il nostro satellite sorge sui monumenti di Roma.

L’equinozio di Primavera, a differenza del solito, quest’anno cadrà alle 21:58 di stasera, e poche ore dopo, a partire dalle 2:43 del 21 marzo, la luna raggiungerà la sua fase piena. Un evento insolito, che non capitava dal 2000 e che non avverrà di nuovo prima del 2030, anche se in questi due casi non si trattava di Superluna. L’ennesima buona occasione per sollevare lo sguardo dai nostri smartphone e alzarlo al cielo, anche in città, dove di solito a causa dell’inquinamento luminoso non è possibile ammirare il cielo stellato.

L’anticipo dell’equinozio, che cade il 20 a differenza del canonico 21, sarebbe dovuto a una lenta deriva del calendario gregoriano, legata all’esigenza di dovere approssimare al meglio la durata dell’anno astronomico. Ma cos’è esattamente l’equinozio? Una nozione che per tutti coincide genericamente con l’inizio della primavera e dell’autunno, ma che ha una sua specificità. Durante questi due giorni dell’anno, infatti, di solito il 21 marzo e il 23 settembre, il Sole si trova allo zenit dell’equatore. Ciò vuol dire che i raggi della nostra stella colpiscono l’asse della Terra perpendicolarmente, con l’effetto che il giorno e la notte hanno la stessa durata.