Cronaca

AMT CATANIA – Presidente La Rosa e consigliere Mandarano si dimettono: “Evitare attacchi politici”

Dal 10 febbraio saranno effettive le dimissioni di Puccio La Rosa, presidente di AMT Catania, e dell’ingegnere Raffaella Mandarano, consigliere amministrativo dell’azienda trasporti cittadina.

A fine dicembre il Collegio Sindacale dell’Azienda Municipale Trasporti di Catania aveva impugnato la delibera di nomina del nuovo c.d.a del 22 Settembre 2016 sostenendo che né La Rosa né la cda Mandarano avessero i requisiti per coprire le loro cariche, ieri sera la rinuncia del presidente e del consigliere amministrativo.

“Tengo a ribadire – afferma La Rosa – che il titolo di studio, le competenze e le esperienze professionale tanto mie quanto dell’ing. Mandarano sono assolutamente rispondenti alle prescrizioni dello statuto dell’AMT Catania S.p.A. per come già incontrovertibilmente dimostrato con le controdeduzioni, i pareri pro veritate e la documentazione inviate al Socio proprietario e depositate in Azienda e che, pertanto, la decisione di dimettersi nasce, esclusivamente, per evitare illazioni e fraintendimenti dovendo il C.d.a. operare sullo statuto sociale seppure per obbligo di legge e per necessità aziendali.”

Infatti, con le recenti normative imposte alle aziende partecipate (enti la cui proprietà è in mano alla Pubblica Amministrazione) è prevista una revisione dello statuto sociale. Dunque, nonostante il pieno appoggio da parte del Comune di Catania, l’avvocato La Rosa e l’ingegnere Mandarano hanno ritenuto fare dietrofront dopo neanche quattro mesi dalla nomina.

Ringrazio anche a nome dell’ing. Mandarano – dichiara alla stampa Puccio La Rosa – il sindaco Bianco per la fiducia riposta nei nostri confronti e per la collaborazione e il sostegno ricevuti in questi mesi di inteso e faticoso lavoro nei quali sono state poste le basi per garantire il risanamento di AMT e il rilancio del trasporto pubblico a Catania.”

Anche le Segreterie sindacali provinciali FAISA-CISAL, FAST CONFSAL hanno espresso il loro rammarico per le “inaspettate dimissioni del Presidente La Rosa”, ricordando la sua capacità di dialogare con i lavoratori e la maggiore efficienza acquisita dall’azienda di trasporti in questi mesi.

Il 10 febbraio, con la convocazione dell’assemblea straordinaria societaria, si provvederà alla designazione dei nuovi consiglieri di amministrazione.

Rimani aggiornato