Musica

MUSICA – The Zen Circus porta “La Terza Guerra Mondiale” a Catania

Il 2017 comincia col piede giusto per gli etnei amanti dell’indie nostrano: sabato 7 gennaio, infatti, gli Zen Circus torneranno ad esibirsi live a Catania. Il gruppo formato da Andrea Appino, Karim Qqru e Massimiliano “Ufo” Schiavelli celebre per i suoi potenti live, che hanno permesso la formazione di un pubblico sempre più numeroso e solido, si esibirà al Ma in Via Vela 6 (zona Castello Ursino).

La band toscana presenterà l’ultimo lavoro, “La Terza Guerra Mondiale”, uscito il 23 settembre per La Tempesta Dischi e con il quale ha festeggiato la maggiore età. The Zen Circus ne parla così:

“Il filo conduttore dei testi è un’ipotetica (ma non troppo) terza guerra mondiale, da noi invocata provocatoriamente come unico modo per ritornare ad essere davvero complici, per capire chi è amico e chi nemico, per liberarsi da sovrastrutture inutili che ci imbrigliano fino a renderci impotenti. Ma, fino a quando non sarà fisicamente a casa nostra, come ricorda la copertina, la guerra non ci riguarderà, non ci tangerà e continueremo a fare finta di nulla, smarriti nelle nostre idiosincrasie moderne. La comunicazione interpersonale rimane il punto focale attraverso cui si snodano le nostre vite e i luoghi in cui sono abitate; con tutte le contraddizioni, la violenza, e l’ironica crudeltà necessarie alla soddisfazione dell’iperrealismo che perseguiamo”. 

Come al solito in tutto questo noi ci mettiamo nel mezzo, peccatori e di certo non risolutori. A ricordarvi che “andrà tutto bene” ci pensano tanti altri (ed è giusto che sia così), ma il Circo Zen non si occupa di questo, noi facciamo cantare i diretti interessati in prima persona: volgari e cattivi a volte, commoventi e (in fondo) umani altre. Come siamo noi, come siamo tutti.”

A proposito dell'autore

Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone nasce nell'estate di Italia '90. Cresce a Mineo dove due grandi passioni cominciano a stregarlo: la Musica e lo Sport (in particolare il calcio). In pianta stabile a Catania, il suo nome è sinonimo di concerto: se andate a un live, con ogni probabilità, lo trovate lì da qualche parte. Giornalista e laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, coordina la redazione di LiveUnict.