Attualità

Catania, primo intervento di radioablazione al Cannizzaro? Arriva la smentita dal Garibaldi

Avevamo annunciato, appena 24 ore fa, della nuova tecnica della radioablazione, utilizzata per eliminare le cellule malate di tumore e realizzata, per la prima volta in Italia, presso l’Ospedale Cannizzaro di Catania.

Ospedale-Garibaldi-CataniaDopo la diffusione della notizia, pare che non siano stati della stessa opinione i medici che lavorano al Garibaldi della città etnea. Sembra difatti che la nuova procedura sia stata praticata da anni presso l’ospedale sopraccitato e che quindi non debba essere riconosciuto alcun primato al Cannizzaro di Catania. La polemica tra i due centri ospedalieri è stata suscitata dal direttore dell’Unità Operativa  di Radiologia del Garibaldi, il Dott.Rosario Grosso, che ha così fatto luce in merito alla notizia, riportata in questi giorni dal Corrieredelmezzogiorno.it: «Sin dall’agosto del 2011, alla radiologia interventistica dell’ospedale Garibaldi Centro, si eseguono interventi di ablazione di tumori vertebrali, paravertebrali e ossei in generale, mediante calore (con radiofrequenze o microonde) o mediante freddo (crioablazione), a seconda delle caratteristiche della naoplasia. L’esperienza in tale ambito dell’équipe di radiologia interventistica, che eseguiva tali interventi già dal 2006, è stata oggetto di collaborazioni e pubblicazioni scientifiche con importanti Centri universitari italiani e stranieri, come ad esempio l’Università Tor Vergata di Roma, l’Istituto Europeo, di oncologia di Milano e l’Università Louis Pasteur di Strasburgo».

Alessia Costanzo

Laureata in Filologia moderna, attualmente è direttrice responsabile della testata giornalistica LiveUnict e lavora come copywriter. Dopo aver scoperto il Content marketing, la sua passione per la comunicazione si è trasformata, legandosi ai Social media, alla SEO e al Copywriting.