News

Sciopero aerei 25 giugno: a rischio voli Ryanair, Volotea e EasyJet

Sciopero aerei 25 giugno- Sciopero aerei- Sciopero Ryanair
Sciopero aerei 25 giugno: il personale di altre compagnie aeree si aggiunge a Ryanair nella protesta che sta causando diversi disagi ai passeggeri di tutta Europa.

Sciopero aerei 25 giugno di 24 ore: continuano i disagi per chi aveva programmato una vacanza estiva proprio nell’ultimo week-end di giugno. Il settore viaggi è in crisi considerando la crisi dovuta al Covid, molti lavoratori sono dunque in agitazione. Era già stato indetto uno sciopero per migliorare le proposte e le condizioni contrattuali dei lavoratori da parte di Ryanair, adesso si sono aggiunte alla lista anche Volotea ed easyJet.

Sciopero aerei 25 giugno, pronte 24 ore di disagio

Sabato 25 giugno, è previsto un nuovo sciopero che avrà una durata di 24 ore. Lo sciopero riguarderà piloti ed assistenti di volo di varie compagnie aeree: Ryanair, Malta Air e della società CrewLink, inoltre per infiammare la questione sono intervenuti Filt Cgil e Uiltrasporti , che sottolineano: “Dopo lo sciopero dello scorso 8 giugno, riscontriamo il perdurare dell’impossibilità di avviare un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante“.

Sciopero aerei: EasyJet e Volotea

Allo sciopero aerei 25 giugno si sono aggiunti altri due grandi colossi tra le compagnie low-cost, ovvero easyJet e Volotea. Lo sciopero anche in questo caso riguarda tutto il personale delle due compagnie aeree, l’agitazione però in questo caso è stata proclamata dalla sola Uil trasporti.

Scioperi e mobilitazioni coordinati in tutta Europa

Per la nota compagnia low-cost Ryanair la protesta prevista per sabato 25 giugno rientra in una mobilitazione che è coordinata a livello europeo, si asterranno dal lavoro anche i piloti e i vari assistenti di volo basati in Portogallo, Spagna, Francia e Belgio. I sindacati evidenziano che: “i lavoratori italiani di Ryanair, Malta Air e CrewLink sciopereranno per chiedere finalmente contratti di lavoro dignitosi, che garantiscano condizioni adeguate e stipendi almeno in linea ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo del nostro paese”.

Sciopero aerei 25 giugno: i possibili disagi

Filt Cgil e Uiltrasporti sottolineano che: “si prospettano probabili disagi sui collegamenti operati dal Gruppo Ryanair, soprattutto verso i Paesi che sciopereranno“. Dopo due anni disastrosi per via della pandemia che ha praticamente steso il settore del traffico aerei, finalmente si può tornare a viaggiare, ma solo alcune destinazioni hanno raggiunto i livelli pre-pandemia, il traffico aereo però fatica a stare a passo con la domanda, c’è una gran carenza di personale ed un grosso aumento dei costi di gestione , soprattutto nel carburante.