Attualità

Reddito di cittadinanza: le date del pagamento di giugno

reddito di cittadinanza
Assegnate per il mese di giugno le date per la percezione del reddito di cittadinanza. Di seguito, ecco quando i cittadini potranno ricevere l'accredito.

Sono state rese note le date per il pagamento del reddito di cittadinanza per il mese di giugno 2022. Il reddito verrà ricaricato in due date distinte e in altrettanti momenti distinti. Ecco quali sono.

Reddito di cittadinanza: i pagamenti di giugno

Per coloro i quali aspettano la prima ricarica del reddito, o il rinnovo della domanda, riceveranno l’accredito giorno 15 giugno. Invece, tutti coloro che sono in attesa della prima ricarica dell’anno dovranno aspettare il 25 giugno, con alcuni flussi che si potrebbero concludere anche il giorno successivo.

A chi spetta

I percettori del reddito di cittadinanza sono cittadini con età uguale o superiore a 18 anni; bisogna essere cittadini italiani e cittadini dell’Unione Europea, tranne che si abbia un familiare titolare del diritto di soggiorno o diritto permanente. I cittadini stranieri possono beneficiare del reddito solo se in possesso di un permesso di giorno di lungo periodo CE, con certificazione dello stato patrimoniale, dello Stato estero o titolari di protezione internazionale, solo in determinati casi, residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due anni in maniera continuativa, al momento della presentazione della domanda.

Inoltre nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare di autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità); navi e imbarcazioni da diporto.

Come richiederlo

Il reddito può essere richiesto attraverso la specifica sezione dedicata, visionabile sul sito dell’sito Inps con Pin dispositivo, Spid, Cie o Cns. In alternativa, si può richiedere sul sito del Ministero del Lavoro, oppure presso l’ufficio postale dopo il 6 di ogni mese o ancora tramite Caf o Patronato.

L’assegno unico

Inoltre, si ricorda che i soggetti beneficiari del reddito di cittadinanza che hanno presentato la domanda, avranno accreditato direttamente sulla stessa carta le somme relative all’assegno unico universale.

 Bonus 200 euro, esclusi alcuni lavoratori: ecco quali