Scuola

Mobilità docenti 2022, pubblicati esiti dei trasferimenti: dove vederli

mobilità docenti 2022
Mobilità docenti 2022/23: pubblicati gli esiti dei trasferimenti. Ma come e dove trovarli? Di seguito tutte le informazioni, certamente utili agli interessati.

Mobilità docenti 2022: resi pubblici gli esiti delle domande presentate fino allo scorso 15 marzo, per l’anno scolastico 2022/23. Si ricorda che la procedura di mobilità consiste nel trasferimento di sede o ruolo di docenti, personale educativo e insegnanti di religione che dispongano di un contratto a tempo indeterminato. Dove scovare i risultati? Di seguito le indicazioni.


 Obbligo mascherine a scuola: richiesto lo stop anticipato


In merito alla domanda

Anche quest’anno, per la presentazione delle domande sono stati previsti dei termini ben precisi. Di fatto è stato possibile procedere a partire dal 28 febbraio ma fino al 15 marzo 2022 per il personale docente e fino al 21 marzo per quello educativo. Si esplicita che le scadenze sono state stabilite attraverso un’apposita ordinanza del Ministero dell’Istruzione, resa pubblica il 25 febbraio.

E per quanto riguarda la compilazione della domanda? Per questa procedura, così come per l’invio, gli interessati hanno usufruito del portale online del Ministero dell’Istruzione, cliccando sulla sezione dedicata alle Istanze.

Mobilità docenti 2022: dove trovare gli esiti?

Questa notizia relativa alla mobilità docenti 2022, si sa, era parecchio attesa. Ma dove trovare gli esiti? Gli elenchi sono stati pubblicati dagli Uffici Scolastici Territoriali sui rispettivi siti internet. Ad ogni modo gli interessati dovrebbero ricevere anche una comunicazione direttamente tramite posta elettronica, più in particolare all’indirizzo inserito nel portale Istanze online.

Per le scuole, poi, vi è la possibilità di consultare il SIDI.

All’interno degli elenchi, accanto a ciascun nominativo viene indicata:

  • la scuola di destinazione;
  • la tipologia di posto richiesto;
  • il punteggio complessivo;
  • le eventuali precedenze.

Ma cosa succede se il trasferimento non è andato in porto? Anche in questo caso, l’esito verrà comunicato sempre per posta elettronica ma sarà anche visibile sul portale online.

Gli Uffici, in maniera contestuale, riferiscono l’esito alla scuola di provenienza sia all’istituto di destinazione quanto alla ragioneria territoriale dello Stato. I dirigenti scolastici, infine, sono tenuti a comunicare l’avvenuta assunzione di servizio dei docenti trasferiti all’Ufficio e alla ragioneria.