Viaggi

Aeroporti Sicilia, nuove tratte, conferme e cancellazioni: le novità dell’estate 2022

L'estate 2022 sta arrivando, e il richiamo del viaggio si fa sempre più forte: per chi vi volesse rispondere, quali saranno le destinazioni raggiungibili dai principali aeroporti siciliani?
La metà di maggio è arrivata: l’estate si avvicina a grandi passi, e porta con sé la fine delle attività scolastiche e accademiche, le ferie, la voglia di staccare dalla routine lavorativa. Quale miglior modo per accoglierla, se non quello di prenotare un viaggio alla volta di una nuova destinazione da scoprire? Per questo motivo, gli aeroporti siciliani stanno già lavorando alle tratte dell’estate 2022: quali sono le novità al riguardo?

Aeroporto di Catania: addio Bacau, benvenute JFK e Birmingham

Come riportato dalla pagina ufficiale del blog Sicilia in Volo, l’aeroporto di Catania vedrà diversi cambiamenti tanto a breve quanto a lungo termine. Si parta dalla tratta Fontanarossa – Bacau, capoluogo della Moldova: questo fine settimana, infatti, partirà da Catania, operato da Wizz Air, l’ultimo volo diretto verso la destinazione rumena. A partire dalla prossima, invece, la tratta verrà convertita in Londra (Luton) – Bacau, venendo esclusa ufficialmente dalle tratte in partenza dall’aeroporto etneo operate dalla compagnia low cost ungherese.

Come dice il detto, tuttavia, chiusa una porta, si apre un portone: è il motivo per il quale, grazie alla neonata collaborazione tra EasyJet e Neos Air, i passeggeri in partenza da Catania potranno acquistare il biglietto unico alla volta di New York o La Romana, che li porterà a bordo del volo di transito con destinazione Malpensa, dalla quale si partirà verso le due mete intercontinentali. Fontanarossa dà, infine, il benvenuto alla tratta verso Birmingham, operata da Jet2, che però non vedrà la partenza delle sue due frequenze prima del 2023.

Aeroporti di Palermo e Trapani: tra switch e nuove tratte

Come continuato a spiegare nel riepilogo di Sicilia in Volo, molte novità sono in arrivo per l’aeroporto di Trapani – Birgi: è stato completato lo switch di ben cinque rotte internazionali, operate dalla compagnia low cost irlandese Ryanair, dall’aeroporto di Palermo. Da luglio, dunque, si potrà partire da Trapani alla volta di Manchester, Riga, Siviglia, Tolosa e Dusseldorf (Weeze). Da giugno, invece, si potrà partire verso le nuovissime tratte di Billund, Bratislava, Bruxelles-Charleroi, Londra-Stansted, Varsavia-Modlin, Bordeaux; sono comprese, inoltre, le tratte nazionali di Roma-Fiumicino e Venezia

Da Trapani, tuttavia, la compagnia aerea Blue Air non effettuerà più, temporaneamente, i voli verso Torino: la tratta, però, verrà mantenuta da Ryanair, che ne ha annunciato la tratta. Da Palermo, così come per Catania, partiranno infine a brevissimo i voli di transito alla volta di New York e La Romana.

Sì alla proroga ai voli di continuità territoriale

Un’ultima novità riportata da Sicilia in Volo riguarderebbe la proroga, fino al 30 ottobre, dei voli di continuità territoriale dagli aeroporti di Catania, Palermo e Trapani alla volta di Pantelleria e Lampedusa, operati dalla Danish Air Transport: secondo l’indiscrezione, DAT avrebbe richiesto un adeguamento di 650.000 euro, cifra che la Regione Siciliana avrebbe accettato di stanziare. Resta, in questo caso, il dubbio in attesa di ulteriori notizie.

A proposito dell'autore

Cristina Maya Rao

Classe '97, frequenta il corso di Laurea Magistrale in Scienze del Testo per le Professioni Digitali. Ama parlare di storia e cultura siciliana, ma anche di musica, arte, astronomia ed eventi: mentre scrive, impara sempre qualcosa di nuovo.