News

Ora legale 2022: ecco quando spostare le lancette dell’orologio

Ora legale 2022: tra pochi giorni bisognerà spostare nuovamente le lancette in avanti. Ecco la data.

Ora legale 2022: tra pochi giorni, come ogni anno, dovremo spostare le lancette dell’orologio. Ecco quando.

Ora legale 2022: come e quando?

Le giornate si allungano e la primavera si fa spazio nella nostra quotidianità. La bella stagione porta con sé anche il cambio dell’ora.

Quest’anno il passaggio dall’ora solare all’ora legale avverrà nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo 2022. Nello specifico, bisognerà spostare le lancette in avanti di un’ora, dalle 2:00 alle 3:00.

Questo cambiamento sarà in vigore fino al 30 ottobre 2022, quando le lancette dovranno nuovamente essere spostate indietro per il passaggio all’ora solare.

Gli effetti sulla salute del cambio d’orario

Se, da un lato, il passaggio all’ora legale porta un risparmio in termini energetici ed economici, con la possibilità di sfruttare al massimo le ore di luce. In Italia, data la posizione del nostro Paese, il vantaggio derivante dal cambio dell’ora è rilevante sia dal punto di vista economico che ambientale.

Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che il cambio d’orario abbia effetti negativi sulla salute. Alcuni soggetti, infatti, lamentano leggeri disturbi come emicrania, insonnia o alterazioni d’appetito. 

Questi disturbi sono da attribuire all’alterazione del ciclo sonno-veglia. Il fisico e l’organismo impiegano, infatti, alcuni giorni ad adattarsi al cambio dell’ora.

 ltri studi evidenziano come l’ora legale possa influire negativamente sulla quantità di infarti e, addirittura, sul numero di suicidi.

Verso l’abolizione?

In questi anni si è molto parlato della possibilità concreta di abolire l’ora legale. Tuttavia, pare che l’ora legale 2022 non sarà l’ultima.

Addirittura, nel febbraio del 2018 il Parlamento Europeo ha convocato una Commissione per modificare la direttiva sul cambiamento dell’orario e sono stati anche svolti sondaggi pubblici per comprendere la volontà dei cittadini europei. Quasi l’84% era d’accordo sull’abolizione del cambio dell’ora e si sono lasciati liberi i Paesi se mantenerla o meno.

Tuttavia, nonostante le richieste provenienti da più parti, l’Italia, al momento, ha deciso di mantenere il cambio dell’ora.

 Giornate FAI di Primavera, 56 siti visitabili in Sicilia: ecco quali


Università di Catania