Scuola

Concorso ordinario scuola, serve il Green Pass? Come accedere alle prove

green pass
Concorso ordinario scuola: serve il Green Pass di base o il super Green Pass? Ecco le regole per accedere presso le sedi concorsuali e sostenere le prove.

Concorso ordinario scuola: serve il Green Pass? Quali documenti servono per accedere alle prove? Sono queste le domande che, da qualche giorno, girano tra i candidati e le candidate al concorso scuola ormai alle porte. Proprio qualche giorno fa, infatti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato il primo calendario delle prove.

Vediamo, di seguito, tutti i documenti necessari e obbligatori da presentare il giorno della prova.


Concorso ordinario scuola secondaria: le date delle prove scritte


Concorso ordinario scuola: serve il Green Pass?

Partiranno lunedì 14 marzo le prime prove dell’attesissimo concorso per la secondaria. Si attendeva dal 2020, anno in cui sono state presentate le domande, e finalmente è arrivato. Il primo calendario, che coinvolge solo alcune delle classi di concorso per l’insegnamento, prevede turni fittissimi di prove, che si svolgeranno in tutte le regioni del Paese, dal 14 marzo 2022 al 13 aprile 2022.

Secondo quanto riportato dal Ministero dell’Istruzione partire da quella data, dovrebbero poi essere pubblicati nuovi calendari, che organizzeranno le prove delle classi di concorso mancanti. Ma cosa occorre per partecipare? La domanda più frequente riguarda il Green Pass. Servirà il Super Green Pass o sarà sufficiente quello di base?

Sulla base delle regole attuali, fino al 31 marzo 2022 è consentito l’accesso ai concorsi pubblici a tutti coloro che sonoin possesso del Green pass base. Si ricorda che il Green Pass di base si ottiene con la guarigione da Covid-19, con il vaccino o con un test antigenico rapido o molecolare negativo.

I candidati che non presenteranno l’obbligatoria certificazione non potranno accedere alla sede concorsuale. 

Le regole da rispettare

Il protocollo di sicurezza pubblicato dal MIUR prevede, inoltre, che siano rispettate alcune regole fondamentali e relative alla situazione epidemiologica attuale. I candidati potranno, accedere all’interno dell’area concorsuale solo uno per volta e avranno i seguenti obblighi:

  • igienizzarsi frequentemente le mani con il gel contenuto negli appositi dosatori all’ingresso;
  • indossare obbligatoriamente e per tutto il tempo di permanenza all’interno dell’area concorsuale la mascherina FFP2 che coprano correttamente le vie aeree (bocca e naso) messa a disposizione ai candidati. Non è consentito l’uso di mascherine chirurgiche, facciali filtranti e mascherine di comunità in possesso del candidato.
  • presentarsi da soli e senza alcun tipo di bagaglio (salvo motivate situazioni eccezionali). In tal caso il candidato utilizzerà un sacco contenitore in cui deporre il bagaglio, da appoggiare, chiuso, lontano dalle postazioni, secondo le istruzioni ricevute in aula);
  • non presentarsi presso la sede concorsuale se affetti da uno o più dei seguenti sintomi riconducibili al virus COVID- 19:
    – temperatura superiore a 37,5°C e brividi;
    – difficoltà respiratoria di recente comparsa;
    – perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);
    – mal di gola;
  • non presentarsi presso la sede concorsuale se sottoposto alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID19;
  • sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, prioritariamente mediante termoscanner oppure nel caso in cui tale strumento non sia disponibile potranno essere utilizzati termometri manuali che permettano la misurazione automatica. Qualora la temperatura corporea rilevata risulti superiore ai 37, 5 C°, il candidato non potrà accedere all’area concorsuale. 

Ulteriori informazioni sul concorso sono reperibili sul sito del MIUR.