Scuola

Concorso ordinario scuola, prove a marzo: calendario in arrivo

concorso scuola 2020
Concorso ordinario scuola: novità sulle prove, che potrebbero svolgersi già a marzo. Secondo le ultime informazioni del ministero, i calendari sono in arrivo.

Concorso ordinario scuola secondaria: il momento tanto atteso da insegnanti e da neolaureati sta per avvicinarsi. Secondo le ultime indiscrezioni, le prove del concorso a cattedra per tutti coloro che sono in possesso dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche dovrebbero svolgersi a breve.

Vediamo quali sono le ultime notizie in merito.


Concorso ordinario scuola secondaria: le date delle prove scritte

Nuovo concorso straordinario scuola: c’è una data per la prova


Concorso ordinario scuola: calendario prove in arrivo

Le domande di partecipazione al concorso scuola sono state presentate dai candidati il 31 luglio 2020. Complice la pandemia, tuttavia, le prove non si sono ancora svolte e sono tantissimi gli insegnanti in attesa. Dopo il concorso straordinario scuola è il turno dell’ordinario e il momento sembra vicino. Secondo quanto riportato da Orizzonte Scuola, il Ministero dell’Istruzione avrebbe riferito (a margine dell’informativa sul concorso di educazione motoria alla primaria) che le prove dell’ordinario si svolgeranno a brevissimo.

Quando uscirà il calendario delle prove? Potrebbe essere pubblicato a giorni, poiché – secondo quanto trapelato – le prove dovrebbero iniziare a svolgersi nel mese di marzo e, nello specifico, a partire da metà marzo.

Concorso ordinario scuola: le prove

Come si svolgeranno le prove e su cosa saranno testati i candidati? Secondo le ultime modifiche al bando, pubblicato con Decreto Ministeriale n. 201 del 20 aprile 2020, le prove saranno computer based, distinte per ciascuna classe di concorso, e così costruite:

  • per i posti comuni, quaranta quesiti a risposta multipla distinti per ciascuna classe di concorso, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa. I quesiti vertono sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’Istruzione 9 novembre 2021, n. 326;
  • per i posti di sostegno, quaranta quesiti a risposta multipla inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. I quesiti vertono sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’Istruzione 9 novembre 2021, n. 326;
  • per i posti comuni e di sostegno, cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Leggi il Decreto ministeriale completo sulle prove