News Sicilia

Etna, nuova spettacolare eruzione nella notte: nube lavica alta 10 km

Foto di Piero Bertino
L'Etna ritorna a farsi sentire. Dalla serata di ieri, infatti, il vulcano si è risvegliato emettendo lava e cenere con una nube lavica alta 10 km. I dettagli.

L’Etna ritorna ad eruttare. Dopo mesi di stop, ieri sera, il Vulcano siciliano si è svegliato di nuovo. A comunicare dati certi è stato l’INGV, che ha fatto presente che dalle ore 20:40 è iniziata la fase eruttiva con una nube di 10 km.

Il flusso lavico è stato prodotto dal Cratere di Sud-Est ed è stato evidente per diverse ora. L’ampiezza media del tremore vulcanico ha raggiunto valori molto elevati e le sorgenti permangono nell’area del Cratere di Sud Est, ad una quota di circa 2900-3000 m sopra il livello del mare. Anche l’attività infrasonica ha raggiunto valori molto elevati ed è localizzata al Cratere di Sud Est. La rete GNSS di monitoraggio delle deformazioni del suolo non mostra variazioni significative. L’Ingv ha emesso un’allerta per il volo (Vona) di colore rosso, ma l’attuale attività del vulcano non impatta sulla piena operatività dell’aeroporto internazionale di Catania.

Inoltre, da alcuni scatti riportati sul web, sembrerebbe essere accaduto uno strano fenomeno durante l’eruzione. Infatti, sono stati immortalati dei fulmini in mezzo alle colonne di fuoco.